REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
INTERVENTI DI POTENZIAMENTO ED ADEGUAMENTO DELL'AEROPORTO TESEO TESEI DI MARINA DI CAMPO (LI) - OPERE A COMPENSAZIONE

Inviato il 5/06/2020 | di Gli Elbanauti | @GliElbanauti

Descrizione

"Gli Elbanauti", mediante una visita diretta in aeroporto, hanno intervistato gli attuatori del progetto monitorato, riscontrando informazioni utili per comprendere lo stato di avanzamento dei lavori di potenziamento e adeguamento dell'aeroporto “Teseo Tesei” di Marina di Campo.
Durante la visita di monitoraggio civico, l’Amministratore Unico di Alatoscana spa (società che si occupa della gestione dell’aeroporto) e il vicepresidente della Consulta Aeroportuale, hanno illustrato precisamente le opere già realizzate con l’investimento e quelle da realizzare entro il 2020-2021. Tra le le opere realizzate, si fa particolare riferimento all’allungamento della pista, rendendo possibile l’atterraggio di aerei da 30 e 50 posti.
La restante somma è stata investita nelle parti landside e airside dell’aeroporto, realizzando ed adeguando l’aerostazione, la sala d’attesa, i parcheggi, le recinzioni necessarie per la sicurezza e gli hangar.
Un’importante cifra è stata impiegata per uno studio di fattibilità per un ulteriore allungamento della pista.
L'ulteriore allungamento della pista, analizzato nell'ambito dello studio di fattibilità, porterebbe all'incremento dei flussi turistici e allo sviluppo di una tipologia di turismo che costituirebbe una risorsa molto importante per l'economia dell'isola. In questo modo, anche compagnie aeree con aeromobili di maggiori dimensioni avrebbero infatti la possibilità di inserire anche l'aeroporto elbano nelle loro tratte.

Il progetto di adeguamento e potenziamento dell'aeroporto mira ad un intervento più ampio: nonostante i lavori di allungamento della pista, possono atterrare a Marina di Campo solo aerei di piccole dimensioni e questo rende difficile un incremento di traffico aereo sull'isola; il progetto infatti, aspira a un ulteriore allungamento della pista che possa permettere anche a compagnie aeree con aeromobili di maggiori dimensioni di svolgere un servizio commerciale.

Avanzamento

Attualmente, il progetto, finanziato per l'81% dalla Regione e per il 19% dai fondi europei, risulta non concluso. L' inizio dei lavori era previsto per il 01/01/2017 e la fine per il 31/12/2022. Grazie al vicepresidente della consulta aeroportuale e all’Amministratore delegato di Alatoscana spa, è emerso che il finanziamento è stato completamente utilizzato. Sulla piattaforma di OpenCoesione però, risulta che non è stato ancora effettuato alcun pagamento e che il progetto è ancora in corso.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Con il miglioramento e il potenziamento dei servizi aeroportuali, abbiamo riscontrato un dato importante: l'allungamento della pista, che attualmente arriva ad una lunghezza di 1230 m, consente l'atterraggio da parte di aerei di 30-50 posti. Un altro esito positivo è stata la riattivazione dei collegamenti,già rivelatisi in passato utile ai fini della continuità territoriale, con gli aeroporti di Pisa, Firenze e Milano Linate.

Punti di debolezza

L'importante somma di 2.600.000,00€ è risultata molto utile per il miglioramento dell'aeroporto, anche se, al momento non è stato possibile riscontrare uno sfruttamento in linea con le potenzialità dello scalo elbano.

Punti di forza

L'aeroporto di Marina di Campo è sempre stato visto dai residenti elbani soltanto come un'opportunità per far arrivare turisti sull'isola. Dopo la recente valorizzazione dell'aeroporto, i cittadini si sono resi conto che questo servizio potrebbe essere un'opportunità da sfruttare anche per le loro esigenze: la compagnia Silver Air, che si è aggiudicata il bando per i voli sull'Elba per i prossimi 4 anni, ha garantito già dallo scorso 2 Marzo 2020 i collegamenti con gli aeroporti di Pisa e Firenze e da giugno sarà garantito anche il collegamento con l'aeroporto di Milano Linate.

Rischi

I potenziali problemi futuri del progetto sono di natura commerciale. Anche se il bando pubblico recentemente assegnato a Silver Air consentirà di coprire il servizio, è infatti opportuno creare i presupposti perché i vettori possano trovare appetibile l'attivazione del collegamento con l'isola d'Elba. In caso contrario e senza il necessario interessamento da parte delle Amministrazioni locali elbane, il collegamento aereo rimarrà sempre problematico.  
Con i giusti presupposti economici e politici, si potrà iniziare a ragionare sull'attuazione dello studio di fattibilità, anch'esso oggetto del finanziamento che abbiamo analizzato, per l'ulteriore allungamento della pista. 

Soluzioni e Idee

Qualora l'aeroporto elbano ospitasse compagnie che garantiscano un servizio commerciale stabile, sarà necessario adeguare ulteriormente alcune parti dell'aeroporto, in particolare il terminal: una sala d'attesa più confortevole, servizi accessori e infine ulteriori strutture e adeguamenti per persone con difficoltà motorie.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Sono stati intervistati l'Ingegnere Claudio Boccardo, Amministratore Unico Alatoscana spa e Massimo Taglione, Vicepresidente della Consulta Aeroportuale.

Domande principali

1) “Secondo lei, questo finanziamento di 2600000 euro, stanziato dalla Regione Toscana e dall’Unione Europea, ha portato vantaggi significativi per lo sviluppo dell’aeroporto?”

2) “Cosa è stato realizzato esattamente con questi fondi e i lavori sono sufficienti a garantire una continuità di un servizio futuro?”

Risposte principali

1) Il finanziamento è stato indispensabile per mettere a norma le infrastrutture aeroportuali, secondo quanto previsto dalle normative delle infrastrutture di volo e da Enac come livello di servizio per i passeggeri e per l’utenza. Il finanziamento è stato investito principalmente per un prolungamento della pista, portandola così ad un livello 2 ICAO, con la possibilità di far atterrare aerei da 30 e da 50 posti.

2)La parte determinante del finanziamento è stata il prolungamento della pista per circa 1000000 euro, allungata di 70 metri e adeguata a 30 metri di larghezza, per un totale di 1230 m. La restante somma, è stata dedicata alle infrastrutture di recinzione per circa 400000 euro, poco più di 190000 euro sono stati utilizzati per la realizzazione dei piazzali per gli hangar per la manutenzione dei veivoli; una parte è stata utilizzata per gli interventi sulla dotazione di mezzi antincendio e infine è stata maggiormente adeguata la parte landside dell’aeroporto, includendo parcheggi e adeguamento dell’aerostazione.
L’infrastruttura aeroportuale necessaria per l’isola, dovrebbe avere una pista più lunga, questo, però, avrebbe un impatto sul territorio decisamente significativo. L’infrastruttura attuale, non può garantire completamente i servizi necessari dal punto di vista dei collegamenti turistici diretti con il centro-nord d’Europa. L’ Elba ha bisogno di una pista in grado di accogliere aeromobili da 70 posti, questo sarebbe possibile solamente allungando la pista di almeno 250 m, opera realizzabile solo deviando la strada provinciale verso nord, con un investimento molto significativo.