REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
GRANDE PROGETTO. COMPLETAMENTO LINEA 1 DELLA METROPOLITANA DI NAPOLI

Inviato il 1/06/2020 | di CARUSO GOLDEN SQUAD

Descrizione

Il report ha per oggetto il monitoraggio civico della realizzazione del grande progetto relativo al completamento della metropolitana di Napoli con riferimento alla tratta Piscinola -Di Vittorio -Capodichino.

Il progetto fa parte di un piano di interventi più ampio relativo alla realizzazione di un anello di ferrovia metropolitana e le opere per il tratto da Garibaldi a Capodichino sono gestite dal Comune di Napoli con la Società Metropolitana di Napoli s.p.a. ,mentre i lavori del tratto in esame da Piscinola a Capodichino sono gestite dalla Regione Campania e dalla società EAV s.p.a. (Ente Autonomo Volturno).

Avanzamento

La tratta Piscinola -Capodichino-Di Vittorio rappresenta la prosecuzione verso Napoli della tratta Aversa Centro -Piscinola -Cpodichino e si snoda per in percorso di circa 3,3 km. .I lavori stanno procedendo celermente , almeno alla data della visita di monitoraggio del 17 febbraio 2020. Comunque, trattandosi di opere pubbliche, dovrebbero riprendere secondo le disposizioni governative. La stazione di Milano deve essere ultimata, mentre le atre tre sono in fase di avanzata realizzazione.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Il progetto non è ancora concluso.

Punti di debolezza

Le debolezze del progetto sono essenzialmente politiche a livello regionale.

Punti di forza

La disponibilità di EAV e la rilevanza del progetto al fine della realizzazione dellaa mobilità sostenibile prevista dall'Agenda 2030 anche se non è , allo stato, possibile conoscere il flusso di traffico passeggeri che , comunque, sarà , sicuramente, notevole alla luce dell'alta densità abitative delle aree urbane e suburbane (trovandosi l'opera al confine tra Napoli ed i Comuni situati a nord del capoluogo campano.

Rischi

Blocchi delle erogazioni dei finanziamenti per sclete dei vertici poitici regioanli come già accaduto nel recente passato.

Soluzioni e Idee

Non vi sono soluzioni se non una prosecuzione delle scelte di politica regionale dei trasporti applicando il modello Genova.Una volta ultimati i lavori sarebbe auspicabile predisporre collegamenti di autolinee incentrate sulle stazioni ossia autolinee di trasferimento dei flussi in direzioni delle stazioni con eliminazioni di quelle linee doppioni del tracciato su ferro.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Sono stati intervistati le maetranze, i tecnici ed i dirigenti dell'EAV preposti alla realizzazione dei lavori oltre gli abitanti delle zone interessate ed i politici istituzionali degli Enti locali del territorio.

Domande principali

Aspettative dalla realizzazione dei lavori ed aspetti tecnici delle opere in corso.

Risposte principali

Gli intervistati hanno espresso la convinzione che i lavori determineranno uno sviluppo economico ed una mobilità sostenibile con riduzione del traffico veicolare, attualmente , particolarmente intenso.Inoltre si teme apertamente l'esito delle prossime regionali ai fini del regolare proseguimento dei lavori senza latri blocchi dei lavori come è avvenuto dal 2010 al 2015-2017.