REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Web and Innovation.

Inviato il 30/04/2020 | di CreaTeam | @CreaTeam4

Descrizione

Il progetto scelto si chiama “Web and innovation”, classificato per Natura come Incentivi alle Imprese e come Tema in Ricerca e Innovazione. Accede al FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e in particolare ai fondi dell’asse “promuovere la produttività delle piccole e medie imprese”; ha come obiettivo specifico lo “Sviluppo occupazionale e produttivo in aree territoriali colpite da crisi diffusa delle attività produttive (RA 3.2 AdP)”.

Questo progetto fa parte di un piano di interventi più ampio, che comprende molte aziende d’Italia che vengono finanziate dallo Stato e dall’Unione Europe per progetti riguardanti l’innovazione lo sviluppo tecnologico.

Avanzamento

Il finanziamento non è stato completamente portato a termine. Acanto ha ricevuto soltanto il 40% dei fondi ovvero 24.240 euro sui 60.600 previsti.

Risultati

Intervento utile ma presenta problemi - Ha avuto alcuni risultati positivi ed è tutto sommato utile, anche se presenta anche aspetti negativi

I fondi che ACANTO ha ricevuto sono stati impiegati per la modernizzazione tecnologica dell'azienda e aumentare il livello di Ricerca e Sviluppo all'interno dell'impresa.

Punti di debolezza

Il problema principale del progetto, che ha ostacolato l'ottenimento dei fondi e di conseguenza la totale riuscita del progetto, è stata la lentezza e la complessità della macchina burocratica fenomeno che purtroppo caratterizza il nostro paese.

Punti di forza

I fondi stanziati per il progetto hanno permesso (in parte) all'azienda di modernizzare le proprie strumentazioni, aumentando la sua competitività nello scenario del mercato attuale.

Rischi

Il progetto essendosi concluso per l'interruzione dei fondi non presenta nessun rischio futuro.

Soluzioni e Idee

Il problema di questo progetto è dovuto alla burocrazia che non ha permesso il completo uso dei fondi messi a disposizione. Bisognerebbe cercare di migliorare il rapporto tra stato e attività. Questo ovviamente non riguarda soltanto l'azienda che abbiamo monitorato, Acanto bensì rappresenta da diversi anni un grave problema per l'economia del nostro paese.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Abbiamo intervistato Alessandra Pozzi che ricopre il ruolo di chief executive officer presso la sede centrale dell'azienda situata a Pesaro.

Domande principali

Inizialmente abbiamo chiesto la storia e l'attuale struttura organizzativa dell'impresa, chiedendo come gestiscono i rapporti tra le varie sedi e i loro dipendenti. Successivamente gli abbiamo chiesto se avevano ricevuto tutti i fondi e come li avevano impiegati.

Risposte principali

All'inizio ci hanno spiegato nei minimi dettagli la storia dell'impresa e come sono riusciti a costituire tre sedi: la principale a Pesaro, una Milano e l'ultima a Dubai. Di conseguenza ci hanno illustrato la natura dello scopo dell'investimento e come hanno impiegato i fondi ottenuti.