REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
POLO RINNOVABILI

Inviato il 1/05/2020 | di fullenergy | @fullenergygv

Descrizione

Il progetto POLO RINNOVABILI rientra nei Fondi Strutturali relativi alla programmazione 2007-2013 (FESR), il cui obiettivo è quello di qualificare in senso innovativo l'offerta di ricerca regionale, favorendo la creazione di reti fra Università, Centri di Ricerca e Imprese in un contesto competitivo e cooperativo, diversificando e modernizzando la struttura produttiva.
Il nostro progetto riguarda nello specifico la ricerca, lo sviluppo nonché l’ innovazione in campo energetico e mira a rendere il territorio calabrese più attraente, innalzando il livello delle competenze e conoscenze scientifiche e tecniche nel sistema produttivo.
Il progetto Polo Rinnovabili , avviato nel 2011 si è regolarmente concluso, e l’ingente finanziamento (UE 2.250.000, Fondo di Rotazione (Co-finanziamento nazionale) 750.000, Soggetti privati 2.999.820,00) ha avuto sostanzialmente due destinazioni: acquisto di strumentazioni e risorse personali.

Net è uno degli 8 Poli di Innovazione individuati dalla Regione Calabria nel POR FESR Calabria 2007/2013 ASSE I (ricerca scientifica, innovazione tecnologica e società dell’informazione): “Trasporti, Logistica e Trasformazione”, “Tecnologie della Salute” , “Beni Culturali” , “Tecnologie dell’Informazione e delle Telecomunicazioni” , “Filiere Agroalimentari di Qualità” “Energie Rinnovabili, Efficienza Energetica e Tecnologie per la Gestione Sostenibile delle Risorse Ambientali” “Tecnologie dei Materiali e della Produzione” “Risorse Acquatiche e Filiere Alimentari della Pesca” . Detti Poli di innovazione, nati anche con lo scopo di favorire l’attrazione di investimenti produttivi sul territorio regionale in relazione alle specifiche tematiche di interesse, sono stati i beneficiari delle risorse pubbliche del citato POR FESR Calabria 2007/2013 il cui ammontare è stato pari a € 34.000.000,00 suddiviso come di seguito indicato:
- 20.400.000,00 € a valere sulla Linea di Intervento 1.1.1.1 “Azioni per il potenziamento delle infrastrutture della Rete Regionale dei Poli di Innovazione” del POR Calabria FESR 2007/2013 per gli aiuti all'investimento per la creazione/ampliamento dei Poli;
- 13.600.000,00 € a valere sulla Linea di Intervento 1.1.2.2 “Azioni per il potenziamento dei servizi tecnologici dei Poli di Innovazione” del POR Calabria FESR 2007/2013 per gli aiuti al funzionamento per l'animazione dei Poli.

Avanzamento

Il progetto risulta essere concluso e tutti i pagamenti sono stati effettuati ( Costo pubblico 3.000.000 UE e Fondo di rotazione / 2.999.820,00 Enti privati).

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Gli investimenti hanno avuto ad oggetto oltre all’assunzione di personale specializzato, la realizzazione di numerosi impianti dimostrativi, laboratori e attrezzature: Reattore dimostrativo Biogas, Analizzatore elementare, Laboratorio prototipale per alghe, Cassone per produzione di energia elettrica da moto ondoso, Impianto dimostratico "Protohouse", Impianto dimostrativo "Variatori", Impianto per la digestione anaerobica e produzione biogas, Sistema sperimentale per la conversione delle biomasse vegetali in legno tostato, Attrezzature per la caratterizzazione delle biomasse solide e liquide, Laboratorio prototipale per la mobilità sostenibile, Sistema per la mobilità sostenibile, Sistema per la mobilità sostenibile,Laboratorio mobile attrezzato "Mobilab", Impianto prototipale "ecopavimenti piezoelettrici", Cluster di Social Innovation: Fablab, Attrezzature per l'efficientamento delle reti idriche, Sistema software del Catasto Energetico Territoriale, Sistema software per la compensazione volontaria della CO2, Sistema di videoconferenza e comunicazione multimediale, Sistema software propedeutico all'implementazione del Catasto termico regionale, Stand interattivi olografici, Progetto FAD per la formazione a distanza di operatori e tecnici nel settore dell'energia.

Punti di debolezza

Le difficoltà riscontrate sono legate all'instabilità delle imprese causata anche dalla crisi del 2008. In più la lentezza della burocrazia ha contribuito a ritardare la realizzazione di alcune attività previste nell'ambito del progetto.

Punti di forza

Ciò che più ha colpito la nostra attenzione è stato non solo l’assunzione di personale specializzato e l’acquisto dei diversi impianti e laboratori ma soprattutto l’ interazione tra le Imprese e tra queste e gli Organismi di Ricerca, l’utilizzo in comune delle attrezzature ed in generale lo scambio di esperienze e conoscenze tecnologiche tra le imprese che costituiscono il Polo.

Rischi

La precarietà delle imprese potrebbe potenzialmente danneggiare i risultati ottenuti dal progetto Polo Rinnovabili.

Soluzioni e Idee

Sensibilizzare i cittadini sui tema della crescita sostenibile mediante incontri all'interno di strutture scolastiche e pubbliche.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Durante il monitoraggio avvenuto il 19 febbraio 2020 abbiamo intervistato il Dott. Giancarlo Giaquinta (gestore), l'Ing.Giuseppe Caristo (ricercatore scientifico) e la Dott.ssa Giuliana Gerace (ricercatrice scientifica).

Domande principali

1) Qual è il progetto di cui vanno più fieri
2) Qual è stato l'impatto del progetto sul territorio.

Risposte principali

1) Tutti i progetti presentano molti punti di forza, ma forse quello più ambizioso è NOEL (Natural Ocean Engineering Laboratory) un impianto prototipale altamente innovativo, realizzato presso l’Università di Reggio Calabria, comprendente un cassone UOWC direttamente localizzato nel mare dello Stretto che permette la conversione dell'energia del moto ondoso in energia elettrica.
2) Il progetto ha inteso promuovere lo sviluppo economico sostenibile, favorendo lo sviluppo di nuova imprenditorialità, anche in collaborazione con le Università ed si è raggiunto lo scopo di modernizzare la struttura produttiva di alcune imprese del territorio. Il progetto Polo rinnovabili ha senza dubbio rafforzato la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione collaborando con imprese allo scopo di promuovere la competitività.