REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Riconversione ex cinema Argo di Rosarno (RC)

Inviato il 25/05/2020 | di Cinemedma | @https://twitter.com/cinemedma

Descrizione

Il progetto “Riconversione ex cinema Argo” di Rosarno(RC) ha come obbiettivo la ristrutturazione della struttura, in modo di poter offrire alla cittadinanza in generale, ma in particolare ai giovani, che per primi hanno bisogno di opportunità per svagarsi e incontrarsi. Inoltre essendo l’impianto anche un teatro, offre la possibilità di un arricchimento culturale.

Il 7 dicembre 2007 la Commissione europea ha approvato il programma operativo regionale Calabria per il 2007-2013. Il programma rientra nell'obiettivo convergenza e dispone di un bilancio totale di circa 3 Mrd EUR. L'aiuto corrisposto dall'UE attraverso il FESR ammonta a circa 1,5 Mrd EUR, cioè metà dell'intero programma. Questa cifra rappresenta il 5,2% dell'investimento complessivo dell'UE in Italia nel contesto della politica di coesione per il periodo 2007-2013.
L'obiettivo generale del programma consiste nel promuovere lo sviluppo economico sostenibile allo scopo di convergere con i livelli di sviluppo medio dell'UE. Questo si dovrebbe raggiungere mobilizzando il potenziale della regione, mettendo in evidenza la sua competitività, rendendo il territorio più attraente e diversificando e modernizzando la struttura produttiva.

Avanzamento

Il progetto risulta non ancora terminato. Iniziato nel 2012, benché la fine prevista fosse nel 2015, risulta ancora in corso. Il costo pubblico inoltre risulta speso solo al 48%.

Risultati

Intervento utile ma presenta problemi - Ha avuto alcuni risultati positivi ed è tutto sommato utile, anche se presenta anche aspetti negativi

Il progetto è in corso. La struttura appare poco funzionale, ciò ha impedito l'apertura del cinema, prevista prima nel 2015, poi nel 2017, continuando a farci sperare, nel 2020, nella possibilità di vedere un film "insieme". 

Punti di debolezza

Punti di debolezza sono da attribuirsi ai problemi di natura tecnica legati alla struttura, aperta per un periodo ma chiusa nuovamente. Noi non ci siamo però fermati e abbiamo continuato, più forti di prima!

Punti di forza

Il progetto monitorato è stato considerato da noi giovani come un possibilità per vivere il "quotidiano" in modo alternativo, quindi come attività di svago e momento di cultura, proprio in quanto cine-teatro. Per quanto riguarda l'impatto ambientale, dalla relazione geologica relativamente allo studio eseguito si evince che l’area di sedime è ad una quota di circa 63 m.s.m. morfologicamente stabile poiché dotata di interventi antropici mirati alla regimazione delle acque piovane. l’area di intervento non è sottoposta a vincoli di nessun tipo per ciò che attiene il rischio idrogeologico; • Il terreno interessato è ascrivibile alla classe B definito come Deposito di sabbie o ghiaie molto addensate o di argille molto consistenti. L’area destinata alla riconversione dell’ex cinema Argo risultava idonea alla realizzazione di quanto progettato. La struttura selezionata inoltre appare a noi giovani come un possibilità di svago e momento di cultura, proprio per la sua considerato cine-teatro. Questa iniziativa ci ha arricchito e fatto capire cosa significa gioco di squadra e che l’unione fa la forza!

Rischi

Il progetto purtroppo presenta delle problematiche, legate alla mancata riqualificazione dell'area e quindi della città di Rosarno. Il cinema avrebbe rappresentato un centro di aggregazione culturale e sociale. Speriamo però che il nostro lavoro venga notato e la struttura portata a termine.

Soluzioni e Idee

Il primo cittadino, Giuseppe Idà, si è mostrato molto favorevole al progetto assicurandoci che verrà portato a termine appena possibile. Le idee che possiamo proporre sono:
-l’apertura del cinema tutti i giorni;
-l’apertura del cinema alle scuole, così la permettere uno studio più interessante e divertente;
-l’apertura del cinema a compagnie teatrali, così da interessare anche coloro che non si interessano di cinema.
Queste sono solo tre delle tante idee che abbia sviluppato nello svolgimento del progetto.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Intervista con i referenti politici

Oggi stesso abbiamo intervistato il sindaco di Rosarno, Giuseppe Idá, che seppur in un momento così difficile si è dimostrato gentilissimo rispondendo alle nostre domande. Ci siamo soffermati anche sul particolare momento storico che stiamo attraversando, in particolare perchè anche a Rosarno vi sono stati alcuni casi positivi e abbiamo vissuto momenti di panico. Dialogare con il Primo Cittadino è stato interessante perchè abbiamo anche sentito calore umano più che particolarità tecniche. CINEMEDMANON SI FERMA.

Domande principali

1) Alla fine di questa epidemia possiamo sperare nella riapertura del nostro cinema , in augurando così un luogo d'incontro per i giovani e per tutta la società?
2) Da ricerche su internet abbiamo scoperto che inizialmente il piano per il cinema prevedeva la sua restaurazione, non la sua demolizione. Perché si è invece deciso di ripartire da zero?

Risposte principali

1) Si farà di tutto per riaprire il Cinema grazie all'opportunità che viene data alla nostra regione dall'Unione europea.
2) Per non incorrere in errori.