REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
POLO MUSEALE DELLA CITTA' DI POTENZA - RECUPERO EDIFICIO COMUNALE IN LARGO D'ERRICO

Inviato il 25/02/2014 | di Monithon Potenza

Descrizione

Il palazzo in Largo D’Errico è uno degli stabili più interessanti del centro storico di Potenza. Di datazione incerta, in ogni caso sorto nell'Ottocento, è particolare perché non è realizzato in un unico corpo di fabbrica, ma con più abitazioni agganciate.
Dopo il terremoto del 1980, l'abbandono e l'inevitabile esposizione ad ogni tipo di agente atmosferico, ne hanno danneggiato la struttura (al punto che i solai sono collassati) e lo hanno reso insicuro.
Nel tempo si sono alternate varie ipotesi di riutilizzo del bene. Fino ad alcuni anni fa, quando in occasione del Bicentenario di Potenza Città capoluogo l'amministrazione lanciò l'idea di farne un polo museale dedicato al Risorgimento. Tra mille difficoltà di gestione e rimodulazione dei fondi e continui stop al lavori, il cantiere è da tempo in una fase di stasi.
Il recupero della struttura è in forte ritardo rispetto alle previsioni. Al momento è stata terminata solo la messa in sicurezza.
Associazioni e cittadini hanno fatto emergere negli ultimi tempi - soprattutto per la posizione strategica della struttura, nel cuore del centro storico, servito da importanti infrastrutture di mobilità alternativa - l'idea che Palazzo d'Errico possa diventare, piuttosto che un polo museale, un vero centro culturale, allestito in maniera tecnologica, e destinato a un'utenza larghissima, fatta di ragazzi, scuola, ma anche anziani e professionisti.
(il lavoro è stato realizzato in collaborazione con APOF-IL e a sostegno di Matera a Capitale Europea della Cultura per il 2019)

Avanzamento

Il cantiere risulta in forte ritardo rispetto ai tempi previsti. Si è provveduto a consolidare gli architravi di porte e finestre e a sostituire (tramite tecniche di scuci-cuci) parti delle murature. Le murature devono essere ancora consolidate, mancano completamente le coperture e qualsiasi finitura.

Risultati

Punti di debolezza

Difficoltà su gestione soldi e ritardi. Sfide: farne un luogo di cultura accessibile a tutti.
L’uso di setti in cemento armato che privano della funzione strutturale le pareti in muratura portante di cui il fabbricato è composto.

Punti di forza

Poter intravedere, anche se sono presenti ancora le impalcature, le facciate murarie recuperate e prive di fessurazioni in attesa del loro completamento.

Rischi

Soluzioni e Idee

La destinazione d’uso dell’immobile potrebbe essere quello di centro culturale, allestito in maniera tecnologica, e destinato a un'utenza larghissima, fatta di ragazzi, scuola, ma anche anziani e professionisti.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con altre tipologie di persone

Domande principali

Risposte principali