REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Chiusura Anello Ferroviario di Palermo

Inviato il 21/02/2014 | di Giulio Di Chiara, Fabio Nicolosi, Daniele Lo Coco, Francesco Carollo, Andrea Borruso

Descrizione

La chiusura dell’’anello ferroviario è un’opera per la mobilità che si appresta ad essere cantierizzata. Impatterà sul tessuto urbano e, a lavori conclusi, sulla mobilità cittadina.
Essa prevederà lavori in sotterranea, scavi e recinzioni nelle zone centrali e nevralgiche del capoluogo siciliano.

Soggetto attuatore: Rete Ferroviaria Italiana
Beneficiario dell’opera: Comune di Palermo
Importo: 152.095.270,00 €
Durata dell’intervento: 1095gg dalla consegna dei lavori

L’intervento previsto è il completamento di un anello ferroviario ad unico binario, in parte esistente e funzionante, con la creazione di nuove fermate. Nello specifico, tale tracciato inizia e termina alla stazione ferroviaria Notarbartolo, dove si attesta un’altra opera ferroviaria, il Passante Ferroviario (Nodo di Palermo) e la futura Metropolitana Automatica Leggera.

I lavori di chiusura del tracciato saranno suddivisi in due stralci funzionali. Il primo prevederà l’ampliamento della linea da Giachery a Politeama, con la creazione della fermata Libertà e Porto.

Il secondo stralcio, ancora in attesa di finanziamento, provvederà a realizzare l’ultimo segmento dalla fermata Politeama alla stazione Notarbartolo, con l’istituzione della fermata Malaspina.

Ad intervento completato, sarà possibile effettuare un giro completo sulla linea in 17-18 minuti.

Una mappa sulle diverse fasi di realizzazione dell'opera è consultabile al seguente indirizzo: http://siciliahub.github.io/monithon_oddit14/

Avanzamento

Il progetto, dopo 9 anni dal decreto di finanziamento, ha ricevuto il via libera ai lavori sia dalla Regione Siciliana (Decreto Regionale DDG 3323 del 27 Gennaio 2014) e dal Comune di Palermo (Delibera di Giunta del 7 Febbraio 2014).

Il 7 Febbraio 2014 dunque sono scattati i 60gg entro i quali i lavori devono essere avviati dalla società assegnataria dell'appalto, la "Tecnics spa" di Catania, sotto la direzione di RFI.

E' possibile consultare un'analisi più approfondita sull'opera nel report generale sull'Anello Ferroviario, effettuato dal gruppo di monitoraggio. Esso contiene interviste, ricostruzioni procedurali, riflessioni e proposte:

http://www.monithon.it/blog/2014/02/22/monithon-2014-una-radiografia-completa-allanello-ferroviario-di-palermo/

Risultati

Punti di debolezza

Punti di forza

Rischi

Soluzioni e Idee

E' indispensabile che il Comune di Palermo sin da adesso avvii un percorso di coordinamento di tutti gli attori della mobilità locale, al fine di dettare le linee guida da seguire di qui in avanti, favorendo sinergie tra i vari soggetti pubblico-privati e agevolando l'abolizione di numerosi attriti manifestatisi e criticità.

Occorre avviare una progettazione seria e capillare del trasporto intermodale cittadino, padroneggiando e guidando le esigenze di tutti gli operatori di mobilità, attraverso accordi, conferenze di servizio etc. Il tutto nel rispetto di tempi ragionevolmente limitati.

E' altrettanto fondamentale che l'amministrazione coinvolga, ascolti, informi ed educhi i cittadini all'utilizzo intelligente dei trasporti dotandosi di un piano di comunicazione serio ed efficiente.
Si propone un progetto di riqualificazione urbana londinese come esempio da seguire nel tentativo di raggiungere la collettività in maniera semplice, interattiva ed efficace.
http://www.kingscross.co.uk/the-development

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone

Domande principali

Risposte principali