REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
COMUNE DI GINOSA - COMPLETAMENTO PIS13 SISTEMAZIONE ALVEO GRAVINA TORRENTE LOGNONE TONDO

Inviato il 14/03/2015 | di GUERRIERI DELLA TERRA | @guerrieriterra

Descrizione

Il progetto, fa riferimento al tentativo di Ginosa e precisamente alla zona che molti conoscono con il termine "Gravina", ha come obbiettivo la salvaguardia dell'ambiente che in seguito agli eventi catastrofici dell'ottobre 2013 ha bisogno di maggiori interventi.

Avanzamento

i lavori erano cominciati nel 2012, con l'utilizzo di muretti a secco a 200 anni ma con l'alluvione tutto il lavoro fatto è andato perso e, è il progetto si è bloccato, in seguito è stato chiesta la prosecuzione dei lavori con una modifica al progetto iniziale e sono stati proposti muretti a secco gabbionati a 500 anni.
l'operato ha tenuto conto dell'impatto ambientale, in quanto i muretti gabbionati saranno rivestiti di tela di juta, su cui cresceranno erbe e piante autoctone; abbiamo, purtroppo documentato i gravi danni che l'alluvione ha provocato: è stato stravolto il percorso naturale del Lognone Tondo; vecchie case crollate e un'atmosfera di distruzione.

Risultati

il progetto non è concluso, ma i lavori procedono anche se qualche intoppo, infatti si stanno anche rimuovendo le macerie sia dell'alluvione che delle vecchie casa crollate e si stanno sistemando le aree interessate, in primis l'accesso al canale sia a piedi che con i mezzi di trasporto.

Punti di debolezza

-tempi burocratici ed amministrativi particolarmente lunghi;
-l'alveo è molto lungo, sarà molto difficile riparare tutti i danni e gli argini, anche perchè negli ultimi anni le piogge sono brevi e copiose e ogni volta creano difficoltà e il dissesto idrogeologico è evidente.

Punti di forza

-realizzazione in corso di gabbionate in pietra naturale a sostegno delle sponde del canale, laddove è necessario;
-l'attenzione posta dagli Enti Pubblici verso il territorio per riappropriarsi di tutte le bellezze naturali, storiche, culturali e turistiche che la Gravina offre.
-il recupero della nostra Gravina, sia dal punto di vista ambientale che da quello turistico e culturale; infatti dopo 30 anni di Passio Christi, l'anno scorso non si è potuta svolgere, invece quest'anno è stata riproposta in un' altra frazione del Lognone Tondo, nel Rione Rivolta.

Rischi

la pioggia troppo forte ha distrutto il muretto a secco precedentemente realizzato, richiedendo l'innalzamento di gabbionate con una modifica al progetto iniziale. inoltre il clima non aiuta affatto il proseguimento dei lavori.

Soluzioni e Idee

monitorare che nessuno deturpi i lavori fatti e controllare inoltre gli abitanti abusivi delle grotte che potrebbero modificare alcune strutture esistenti inoltre, sarebbe opportuno rimandare questi lavori nel periodo estivo per essere pronti alle successive piogge che potrebbero esserci.
monitorare più accuratamente l'ambiente e lo stato dei luoghi a seguito dell'evolversi degli eventi atmosferici.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Sindaco di Ginosa, funzionari comunali, cittadino che abita nelle vicinanze, quindi testimone oculare, Presidente Pro Loco e il direttore dei lavori (ditta appaltatrice del progetto).

Domande principali

Risposte principali