REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
VALE LA PENA LAVORARE ANNI 2011 - 2013

Inviato il 15/04/2015 | di GIANTURCO'S PIONEERS | @Asoc2h2m

Descrizione

Progetto: "Vale la Pena Lavorare" Linee di intervento per l'inclusione sociale e lavorativa dei soggetti, adulti e minori, sottoposti a provvedimento dell'Autorità Giudiziaria. Obbiettivi: aumento dell'inclusione sociale; reinserimento nel contesto sociale e lavorativo attraverso esperienze di Orientamento, Istruzione e Formazione. Attività realizzate: Valutazione delle aree di intervento, delle modalità di attuazione e delle fonti di finanziamento della Regione Basilicata attraverso interviste e report con i Responsabili di Settore. Attività da realizzare: interviste ai detenuti presso la Casa Circondariale di Potenza e di Melfi; evento finale che coinvolgerà le Istituzioni e la Comunità della città di Potenza.

Avanzamento

Il progetto "Vale la Pena Lavorare" è in fase di elaborazione finale. Nei prossimi mesi le strutture dell'APOFIL e dell'AGEFORM programmeranno le ultime attività formative. Nel frattempo, Venerdì 24 Aprile sarà presentato, a cura della Rete Istituzionale (Regione Basilicata, Istituti Penali di Potenza, Matera, Melfi, APOFIL, AGEFORM...), il catalogo fotografico del progetto.

Risultati

Il progetto è in fase di elaborazione. Sta procedendo secondo i tempi e le modalità stabiliti dall'ASOC.
Intendiamo documentare, attraverso interviste e questionari, la ricaduta che le azioni formative hanno avuto sulle competenze professionali dei destinatari dell'intervento (Detenuti della Casa Circondariale di Potenza).

Punti di debolezza

La tempistica del progetto ASOC non ha tenuto conto del tempo-scuola che ha la necessità della interiorizzazione dei concetti.

Punti di forza

Acquisizione di competenze relative alla cittadinanza attiva;
Consapevolezza sulla funzione educativa della "pena";
Acquisizione di competenze relative all'analisi degli "Open Data";
Attivazione di abilità inerenti alla "RicercAzione".

Rischi

Il progetto non ha riscontrato particolari problemi.

Soluzioni e Idee

Tempi maggiormente dilatati nel conseguimento degli obiettivi.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Direttore dell'APOFIL: Giuseppe Romaniello;
Dirigente e Assistente Sociale del P.R.A.P.: Giuseppe Palo

Domande principali

Risposte principali