REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
PROT. N. 17448 - GESTIONE ECO-SOSTENIBILE: DAL SGA ALLA GESTIONE DEI RIFIUTI

Inviato il 25/02/2015 | di 3 A BIOTECNOLOGIE AMBIENTALI | @3abiotecnologic

Descrizione

I dati acquisiti dal sito di Open Coesione sono stati:il programmatore di questo progetto è la Provincia di Matera mentre l’attuatore è Quality For, è iniziato il 23 Dicembre 2013. La fine prevista per il progetto è il 2 Giugno 2014. L'individuazione di questo particolare progetto ha avuto le seguenti motivazioni:
1. È connesso al profilo professionale del settore del persorso di studi “Chimica, Materiali e Biotecnologie Ambientali”: salvaguardia e protezione dell'ambiente in particolare i rifiuti
2. È riferito ad un finanziamento che prevede l’organizzazione di un corso di formazione teso all’occupazione.
Gli obiettivi che si è proposto di conseguire in parte sono presenti sul Sito di Open Coesione e in modo più dettagliato sono stati approfonditi dai siti istituzionali PROGRAMMA OPERATIVO FSE 2007-2013 ; FSE basilicata 2007-2013 RAE 2012 e sono stati riportati nel post della 2° lezione-Approfondire. Una maggiore chiarezza del lavoro svolto e da svolgere e del significato reale dei "dati aperti" è stata offerta dalla partecipazione all'evento, organizzato dal comune di Matera "OPEN DATA DAY" tenuto il 21 febbraio 2015. Gli alunni, a cui è stato chiesto di illustrare il loro percorso nell'ambito di ASOC hanno mostrato come anche la scuola, fino ad ora lontana da questi contesti, può essere un ottimo interlocutore e disseminatore di buone pratiche. Il lavoro è continuato ampliando l’ambito della ricerca a temi legati all’occupazione in generale ed in modo particolare nel settore ambientale con riferimento alla raccolta dei rifiuti.
Sono stati analizzati i dati attingendo a fonti istituzionali e non, come ISTAT, NOI ITALIA, BES, ISPRA come emerge dal post della 3° lezione – analizzare.
La fase successiva è stata indirizzata alla ricerca più specifica del progetto monitorato e per ottenere risposte più attendibili si è pensato di utilizzare il metodo più diretto per acquisire dati: l’intervista al soggetto attuatore: Quality for.
E’ seguita la pianificazione dell’attività: contattare il responsabile del soggetto attuatore, concordare un incontro, formulare delle domande, organizzare l’uscita con le dovute autorizzazioni, dotarsi di strumenti di ripresa video e foto e attuare l’intervista opportunamente documentati.
Questo momento, che inizialmente, sembrava il più ostico da superare, in realtà si è rivelato come il più semplice ed estremamente interessante, esaustivo e appagante. I dati che sono stati acquisiti hanno permesso di completare il quadro che si stava componendo come emerge dal post della 4° lezione-esplorare.
L’intervento è stato richiesto dalla ditta di costruzione edile e restauro dell’ing. Filippucci per realizzare un corso di formazione rivolto ai dipendenti sulle tematiche della gestione ecosostenibile dei rifiuti nell’ambito di un’impresa secondo i modelli organizzativi che si riferiscono agli standard di qualità ISO 14001. Per cui da SGA: sistema di gestione ambientale ad un sistema di gestione dei rifiuti con la certificazione di qualità in questo caso nel settore delle costruzioni; es. contenitori di materiale edile, smaltimento di materiale usato facilmente denaturante e potenzialmente tossico, toner fotocopiatrici, materiali per cui è richiesto uno smaltimento speciale, materiale di risulta delle fasi di restauro, ecc…
Il gruppo classe, docenti e alunni, hanno ricevuto la collaborazione di due partner eccezionali:
CASANETURAL rappresentata da Mariella Stella in qualità di “Amici di a scuola di open coesione”
SVILUPPO BASILICATA rappresentato da Anna Verrastro in qualità di EDIC.
La loro esperienza ha compensato l’ inesperienza del gruppo, lo ha supportato e sostenuto rendendo meno faticoso il percorso.
La creazione di gruppi di contatto sui social network: twitter a facebook ha facilitato ed incentivato la comunicazione e il confronto, inoltre la classe ha creato account su applicazioni per archiviare i documenti, scambiarsi file di “grosse” dimensioni come dropbox ed un account di posta elettronica.
Infatti le prime dichiarazioni/emozioni sono state:
“ non pensavo si potesse studiare in modo così divertente” - “che bello usare facebook per la scuola”
“finalmente la prof ci invita a comunicare tramite Whats app”
- “mi sembra complesso il lavoro da svolgere, mi auguro che la prof e l’esperta ci aiutino”
- “mi piace il ruolo che ho scelto”
- “intervistare il Sindaco? non sono sicura che sarà realizzabile”
Infatti un aspetto collaterale al progetto è stata l’esplorazione della gestione della raccolta differenziata a Matera che si è svolta con l’intervista al Sindaco del Comune di Matera, dott. Salvatore Adduce

Avanzamento

Il progetto si è concluso, come previsto, a Maggio 2014 ed i finanziamenti richiesti sono stati erogati all’azienda attuatrice, che ha redatto rapporto di valutazione e monitoraggio dell’intervento.
Le fasi progettuali sono partite da un questionario di valutazione iniziale somministrato ai corsisti (dipendenti con titolo di studio e con funzioni diversificate: ingegneri, architetti, operai, amministrativi); è proseguito illustrando le normative ISO e la necessità, richiesta dall’Unione Europea di dotarsi di certificazioni in ambito ambientale.

L’intervento si è concluso con la somministrazione di un questionario di gradimento, da cui è emerso che il 90% dei partecipanti ha espresso valutazioni medio alte, ha acquisito la necessità di applicare le regole previste dalle ISO e ritiene che la gestione ecosostenibile dei rifiuti sia un dovere di ogni cittadino. I corsisti hanno ricevuto una certificazione relativa alle competenze acquisite.
E' stata mostrata la documentazione prodotta nelle varie fasi del progetto: questionario di valutazione iniziale, work plan, rapporto di valutazione e monitoraggio finale

Risultati

I risultati ottenuti riguardano l’acquisizione da parte dei partecipanti al corso di conoscenze:
a. Norme in materia ambientale
b. Procedure, classificazioni, autorizzazioni e responsabilità inerenti l’ambito della gestione dei rifiuti
c. Sistema di Gestione Ambientale (SGA)
d. Adempimenti connessi alla gestione dei rifiuti prodotti e trasportati

e competenze/abilità:
a. Saper rispettare ed applicare le norme , anche volontarie, in materia ambientale
b. Saper applicare le procedure di gestione ambientale e il sistema di registrazione dati
c. Definire attività di controllo
d. Individuare e valutare gli aspetti significativi nella propria azienda
e. Gestire autonomamente le principali criticità degli adempimenti legati alla gestione dei rifiuti prodotti e trasportati
f. Operare nell’esercizio delle proprie funzioni con maggiore flessibilità, produttività e limitare gli sprechi nell’ottica di un miglioramento continuo

Punti di debolezza

I Comuni lucani, sono poco attrezzati ad attuare una rigorosa raccolta differenziata dei rifiuti di qualsiasi provenienza; I fondi a loro disposizione, dichiarano i Sindaci, non sono sufficienti a coprire le spese di gestione ecosostenibile dei rifiuti; per cui le tre R Recupero, Riciclo, Riuso sono molto lontane dall’essere attuate; inoltre c’è poca sensibilizzazione dei cittadini verso comportamenti ecosostenibili.
Quindi anche se aziende o cittadini si impegnano a seguire procedure di eco sostenibilità le modalità della gestione dei rifiuti, nel nostro territorio, sono poco efficienti

Punti di forza

La ditta Filippucci (grande azienda che opera in Basilicata, in Italia e in molte parti dell’Europa in campo edile) è una delle poche aziende locali che si è mostrata sensibile alle tematiche ambientali ed è ricorsa a finanziamenti Europei per richiedere questo percorso formativo ed accettando la certificazione ISO si è impegnata a rispettare tutto quello che le normative prevedono.

Rischi

Il progetto monitorato non ha presentato, secondo quanto dichiarato dal soggetto attuatore, rischi

Soluzioni e Idee

Considerato che il progetto è concluso si può ipotizzare e/o proporre soluzioni che guardino al futuro . Il titolo assegnato al percorso ASOC dalla classe 3°biotecnologieambientali è “future is save the earth”. Questo motto racchiude tutto quello che, a partire dai cittadini per arrivare agli Enti locali, Organizzazioni Governative e non Governative dovrebbero fare.
Il gruppo classe, che ha intrapreso questo percorso ASOC, si propone di impegnarsi e, nel proprio contesto, promuovere una campagna di sensibilizzazione verso la raccolta differenziata e il riciclo dei materiali all’interno dell’Istituto scolastico.
Ha programmato:
- di chiedere l’istallazione di contenitori per la raccolta differenziata nelle aule dell’Istituto;
- di produrre oggetti con materiali riciclato

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

L’intervista è stata rivolta al Presidente della società QUALITY FOR dott. Luigi Martulli in qualità di responsabile della società.

Domande principali

Risposte principali