REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
VISIEMILIAROMAGNA.COM: IL PORTALE WEB PER LA PROMOZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE DEL TERRITORIO E DELLE SUE OPPORTUNITà

Inviato il 30/03/2015 | di MASTER.BELLUZZI | @BelluzziMaster

Descrizione

Il portale Visitemiliaromagna nasce grazie a finanziamenti pubblici che abbiamo studiato, monitorato e verificato nei dettagli per una puntuale volontà d’impegno civico. Turismo e Informatica: è stato interessante buttarci a capofitto nel mondo del turismo che negli ultimi anni, grazie al supporto delle nuove tecnologie, ha cambiato modalità e finalità. Un punto fermo, però, resta imprescindibile: l’utente finale che si serve di questo portale da un lato deve essere tutelato con garanzie di trasparenza e qualità, dall'altro deve comportarsi da consumatore consapevole, attore di un sistema culturale ed economico che possa andare a vantaggio dell’intera società in cui viviamo.

Avanzamento

Il tema del progetto è stato scelto in base alla volontà di comprendere le potenzialità del mondo 2.0 nel settore del marketing turistico e dei beni culturali, con particolare attenzione al territorio della nostra regione, ovvero l’Emilia Romagna. Al termine del nostro percorso di studi diventeremo dei periti informatici, ovvero degli esperti in un settore che consentirà di sviluppare le nostre specifiche competenze in differenti ambiti lavorativi: turismo ed informatica è il binomio sul quale abbiamo voluto scommettere per il nostro progetto di ASOC.

Risultati

Grazie all'intervista al Dott. Marco Pasi, siamo riusciti a capire le tariffe che la società versa mensilmente per l'aggiornamento e la gestione del portale e del servizio client mail, oltre alle spese mensili viene versato una tariffa annuale per usufruire del motore di ricerca di Iperbooking di 900 euro.

Punti di debolezza

- Menu di navigazione: la grafica non è eccellente, le immagini sono poche seppur ben costruite, velocità scarsa, pochi strumenti di interazione;
- Strategie distributive: carenti perché quando si cambia la lingua di ricerca (inglese/tedesco), la navigazione cambia parametri;
- Il ruolo dei video nel marketing turistico online non è sfruttato pienamente;
- Non c’è la possibilità di lasciare un proprio feedback sul sito.

Punti di forza

- Dal turismo tradizionale al turismo 2.0;
- Immagini molto dettagliate per i campeggi grazie a mappe satellitari;
- E’uno dei pochi portali che offrono la possibilità di prenotare interi pacchetti vacanza (strutture ricettive, ingressi a parchi divertimento, musei, ecc..) e non solo soggiorni, ad esempio come fa booking.com;
- I Prezzi medio-bassi, dunque piuttosto vantaggiosi;
- Viene dato spazio a strutture ricettive di qualità, che valorizzano direttamente e indirettamente la propria regione d’appartenenza, in questo caso l’Emilia Romagna, rimanendo sempre aggiornati sugli eventi in corso;
- I canali distributivi: YouTube, Google Puls, Facebook e sito web;
- Possibilità di informazioni e prenotazioni via Skype.

Rischi

Sui 27.672,13 euro che sono stati stanziati per la realizzazione del portale ne sono stati liquidati 15.116,37 euro, e dalla nostra indagine non è emersa alcuna traccia dei fondi restanti (12555,76 euro).

Soluzioni e Idee

In conclusione possiamo affermare che lo studio della genesi del portale Visitemiliaromagna ci ha permesso di buttarci a capofitto nel mondo del turismo che negli ultimi anni, grazie al supporto delle nuove tecnologie, ha cambiato modalità e finalità. Un punto fermo, però, resta imprescindibile: l’utente finale che si serve di questo portale da un lato deve essere tutelato con garanzie di trasparenza e qualità, dall’altro deve comportarsi da consumatore consapevole, attore di un sistema culturale ed economico che possa andare a vantaggio dell’intera società in cui viviamo.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con altre tipologie di persone

Abbiamo intervistato il Dott. Marco Pasi, amministratore delegato di Prenota Emilia-Romagna s.r.l.

Domande principali

Risposte principali