REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
RECUPERO E RIQUALIFICAZIONE DELL'AREA VERDE PARCO POZZI

Inviato il 16/03/2016 | di Li.Fe. for Aversa | @lifeaversa

Descrizione

Navigando in OpenCoesione siamo venuti a conoscenza di informazioni relative al nostro progetto, abbiamo scoperto che il finanziamento concesso dall'Unione Europea al comune di Aversa per il recupero e la riqualificazione dell'area verde del Parco ammonta a 3.000.000,00 euro, di cui 1.125.000 euro dell'UE, 37.500 euro del Fondo di Rotazione (Co-finanziamento nazionale), 337.499 euro della Regione Campania e 1.500.000 euro del Comune, purtroppo però non essendo il sito aggiornato non ci è stato possibile vedere immediatamente quali fossero realmente i pagamenti effettuati, ci siamo così rivolti alla ditta che si sta occupando del restauro la quale ci ha rassicurato informandoci che i lavori sono ormai conclusi e i soldi (ben) spesi.
Inoltre consultando la piattaforma di OpenCoesione siamo venuti a conoscenza del programmatore, della priorità QSN e dell'obiettivo generale e specifico QSN; purtroppo però per capire quali fossero i tempi d'inizio e di fine lavori ci siamo dovuti rivolgere nuovamente alla ditta.

Avanzamento

Per documentarci circa lo stato di avanzamento del progetto ci siamo recati presso il Parco Pozzi ove l'Arch. Angelo Gallo ci ha fatto da cicerone all'interno della zona verde.
Egli gentilmente ci ha spiegato la motivazione del posticipo del lavori (Giugno 2015) e ci ha dato tante notizie interessantissime circa la registrazione degli alberi, i quali sotto stati addirittura oggetto di indagine (cosa normalissima negli altri Paesi) ed inoltre ci ha anticipato che ci sarà l'introduzione di aree ristoro (Bar e Ristorante), attrezzatura per attività ginniche e ludiche, due campi sportivi (calcetto e pallacanestro), percorsi running, mappe agli ingressi (ne saranno cinque: uno lato parcheggio, uno in via Andreozzi, uno in via Roma e due ingressi laterali), fontane, roseti, essenze erboree importanti, pannelli fotovoltaici, infermeria, sedie sdraio, spazio cani, telecamere di sicurezza nelle zone ''critiche''.
Ci ha annunciato poi la data della fine dei lavori e quella dell'inaugurazione, l'abbattimento di diversi pini, il restauro di una fontana degli anni '50 e del campo di bocce e infine il recupero di un monumento e della targa papale.
Dunque, i lavori sono a buon punto, manca poco!

Risultati

Il progetto è ancora in fase, ormai al termine. La qualità di ciò che è stato realizzato (vedi sopra) è ottima.

Punti di debolezza

Non ci sono state evidenti problemi riscontrati dal progetto ad oggi.
L'unico 'pallino' è il posticipo dell'inizio del lavori.

Punti di forza

Considerati i due obiettivi (generale e particolare):
- Promuovere la competitività, l'innovazione e l'attrattività delle città e delle reti urbane attraverso la diffusione di servizi avanzati di qualità, il miglioramento della qualità della vita, e il collegamento con le reti materiali e immateriali.
- Elevare la qualità della vita, attraverso il miglioramento delle condizioni ambientali e la lotta ai disagi derivanti dalla congestione e dalle situazioni di marginalità urbana, al contempo valorizzando il patrimonio di identità e rafforzando la relazione della cittadinanza con i luoghi.
Il progetto rispetta gli standard prefissati. Grazie alle strutture sopra elencate il parco tornerà ad essere il luogo ludico aversano preferito da bambini, adolescenti, adulti ed anziani.
Personalmente l'aspetto che ci piace di più è l'introduzione del bar poichè così potremmo incontrare i nostri amici e allo stesso tempo godere di bevande e cibi circondati dalla natura incontaminata.

Rischi

La condizione del progetto più evidente che potrebbe mettere a rischio il futuro raggiungimento degli obiettivi è la mancanza di uno strato gommoso all'interno dei campetti non inserito per evitare ulteriori costi.
Molti cittadini sono poi preoccupati che proprio come un tempo il parco sia sporco e privo di servizio di vigilanza come risulta dalle interviste da noi fatte.

Soluzioni e Idee

Al momento non riscontriamo situazioni che potrebbero essere migliorare, aspettiamo l'apertura.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Sono stati 'intervistati' l'Arch. Angelo Gallo, proprietario della Gallo Costruzioni ditta che si sta occupando del restauro della zona verde Pozzi, due funzionari comunali, le informazioni che questi ci hanno fornito sono state utilissime, il prefetto Ruffo e la dott.ssa di Ronza.
Inoltre per essere sempre originali e per distinguerci dagli altri abbiamo fatto svariate interviste a cittadini ben informati di fasce e occupazioni diverse: una bambina di anni nove che frequenta la scuola elementare e che si reca al parco per giocare, adolescenti liceali che frequentano il nostro istituto e che si recano al parco per incontrare i loro amici e infine adulti quali dirigenti, professori, infermieri, personale ATA che frequentano il parco per fare running o semplicemente per passeggiare. Infine abbiamo somministrato un questionario online ad Aversani e non circa il parco.

In allegato i link delle interviste audio caricate nel nostro canale radio, video e il backstage.

Link audio delle interviste: https://www.spreaker.com/user/8647767
Link video delle interviste: https://www.youtube.com/watch?v=fcrtaBvo3H0
- : https://www.facebook.com/100011483178838/videos/151251008601004/
- :

Il questionario proposto come intervista abbiamo preferito non stamparlo bensi chiederlo direttamente per poi registrarlo oppure somministrarlo online: https://docs.google.com/forms/d/1V-yL_RVCXVlMGnJsgv3dZbXRgj6ZS3EZvmT98LmG9N4/viewform

Proprio noi con il tema ambiente potevamo mai 'sprecare' alberi per ricavarne carta?

Domande principali

Risposte principali