REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
MILAZZO, APERTURA DI UNA NUOVA SEZIONE ESPOSITIVA DELL'ANTIQUARIUM DEL QUARTIERE SPAGNOLO E POTENZIAMENTO DEI PERCORSI DI FRUIZIONE E DELL'ATTRATTIVITA' DEGLI SPAZI ESPOSITIVI GIA' ESISTENTI E DELL'AREA ARCHEOLOGICA DEL VIALE DEI CIPRESSI.

Inviato il 30/03/2016 | di 4A TURISMO | @opencoesione4at

Descrizione

Il nostro progetto è diretto a monitorare la ricaduta sul territorio dell’attuazione della nuova sezione espositiva dell’Antiquarium di Milazzo e del potenziamento dei percorsi di accesso al Villaggio Preistorico sito in viale dei cipressi. Sul portale di open coesione la fine effettiva del progetto è il 02 Settembre 2014 ma, la Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina ha pubblicato, in data 29 luglio 2015, la nota prot. 5908/2 con oggetto: ‘manifestazione di interesse a partecipare alla procedura negoziata per l’individuazione dell’operatore economico cui affidare l’appalto di ‘opere in economia’ per riqualificare e valorizzare ‘l’Antiquarium’ e il ‘Villaggio preistorico del quartiere degli spagnoli’ di Milazzo’.
L’impegno finanziario previsto per le ‘opere in economia’ relativo a tale progetto ammonta a € 4.150,94 per i lavori di appalto, € 380,47 per oneri per la sicurezza, € 8.150,80 per oneri per costo del lavoro. L’impegno finanziario è previsto del D.D.G n.4078 del 13/12/2013 reg.to alla Corte dei Conti il 14/01/2014 e 08/02/2014.

Avanzamento

La nuova sezione espositiva è stata realizzata anche se ancora dovrà essere creata la musealizzazione della fornace nella piazzetta antistante l'Antiquarium. Sono stati portati alla luce i resti del villaggio preistorico, risalente al XVIII sec. a.C..

Risultati

Aumento di una area espositiva e conservativa rispetto alla precedente per ciò che riguarda l'Antiquarium.
Gli scavi hanno riportato alla luce il villaggio preistorico, ma non vi è una pianificazione dei percorsi per usufruire di un bene originale nel suo genere.

Punti di debolezza

Mancata conoscenza dell’ Antiquarium e impossibilità di accedere in modo continuativo al Villaggio Preistorico. Esistenza di erbe sui pluviali che coprono i resti delle abitazioni preistoriche. Esistenza di erbe alte nel percorso dal cancello di accesso sino al sito. Presenza di barriere architettoniche per l’accesso all’Antiquarium. Mancato pagamento dei biglietti per l'ingresso all'Antiquarium e mancata monetizzazione dei percorsi di accesso al sito archeologico interdetti dall'erba alta e dalla mancanza del personale.

Punti di forza

La possibilità di fruire e ripercorrere le tappe della storia della popolazione stanziata nel territorio.
La potenzialità di creare un'offerta turistica integrata sia con gli altri musei di Lipari e Siracusa, per un pacchetto turistico tematico (gli antichi Greci); sia con enti pubblici come la locale biblioteca comunale e il Castello.

Rischi

Mancanza di un flusso continuo di turisti dovuta alla carente pubblicizzazione dell'Antiquarium e del sito archeologico di viale dei Cipressi.
Inefficienza degli interventi manutentivi dell'area archeologica.

Soluzioni e Idee

Campagna pubblicitaria sull’esistenza dell’Antiquarium e promozione di pacchetti turistici tematici.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone

Abbiamo intervistato la Dott.ssa Gabriella Tigano, responsabile dell’ unità operativa X della Soprintendenza dei Beni Culturali e Ambientali, che comprende l'Antiquarium e il villaggio preistorico del viale dei Cipressi.

Domande principali

Risposte principali