REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
LAVORI DI COSTRUZIONE DELLA RETE FOGNARIA A SISTEMA SEPARATO IN VIA MESSINA MARINE (DAL F. ORETO A PIAZZA SPERONE) E DEL RELATIVO IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO ROMAGNOLO

Inviato il 31/03/2016 | di MISI (Manutenzione Idrica Sud Italia) Group | @misigroup

Descrizione

Abbiamo deciso di monitorare uno dei tanti progetti attinenti alla rete fognaria di Palermo, perché ogni volta che piove si allaga tutta la città, e ciò provoca forti disagi ai cittadini, creando rischi per la salute e l’incolumità di tanti e, non ultimo, causando gravissimi problemi di mobilità e di circolazione.
Le parole chiave della nostra ricerca sono quindi:
-Rete fognaria
-Sicurezza
-Igiene
-Inondazioni
-Mobilità
Il progetto riguarda i "LAVORI DI COSTRUZIONE DELLA RETE FOGNARIA A SISTEMA SEPARATO IN VIA MESSINA MARINE (DAL FIUME ORETO A PIAZZA SPERONE) E DEL RELATIVO IMPIANTO DI SOLLEVAMENTO ROMAGNOLO".
Il soggetto programmatore è il Comune di Palermo, che è anche il soggetto attuatore. Al progetto, finanziato dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione relativo alla programmazione 2007/2013, sono stati destinati 14.572.266,10 euro, mentre i pagamenti realmente effettuati sono di 18.769,56 euro. Inoltre, sebbene i fondi siano stati concessi e condotta l'indagine geologica con l'uso del "georadar", il progetto non è mai stato avviato. Secondo l'ultimo aggiornamento sul sito di OpenCoesione la data prevista per l'inizio dei lavori è stata fissata al 01 aprile 2016, quella di fine lavori al 30 ottobre 2019.

Avanzamento

I tecnici del Comune di Palermo hanno elaborato il progetto esecutivo e lo hanno trasmesso agli uffici del Genio Civile. Per legge, infatti, per importi superiori ad una certa soglia, è quest'ultimo l'organo preposto all'esame tecnico sulla fattibilità dei lavori. Attualmente il progetto è al vaglio dei funzionari del Genio Civile.

Risultati

Il progetto non è stato ancora avviato: dopo l'indagine geologica esso ha richiesto ben tre anni per l'elaborazione del progetto esecutivo e in questo momento è al vaglio dei funzionari del Genio Civile.

Punti di debolezza

La notevole lentezza nei tempi di realizzazione del progetto.

Punti di forza

Ciò che ci è piaciuto di più è la potenzialità del progetto stesso che esprime e la possibilità di interloquire con i responsabili dell'intera procedura. Ciò porterà un miglioramento nello stile di vita dei cittadini.

Rischi

I problemi che abbiamo riscontrato sono la lentezza burocratica e progettuale rispetto all'emergenza ambientale del territorio.

Soluzioni e Idee

Il ritardo nell'esecuzione del progetto continua ad essere la principale causa del perdurare delle condizioni di grave disagio per la cittadinanza e di altrettanto gravi danni all'ambiente.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Gli ingegneri :
Dott. Vicari Giuseppe
Dott. Garofalo Paolo

Domande principali

Risposte principali