REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
CENTRO POLIFUNZIONALE PER L'ACCOGLIENZA DEGLI IMMIGRATI REGOLARI NEL COMUNE DI BOVALINO

Inviato il 31/03/2016 | di Work in Progress | @ASOC_Bovalino

Descrizione

Il progetto ha come scopo l'integrazione degli immigrati regolari presenti sul territorio. Costruito restaurando il vecchio mattatoio, il centro è stato completato da poco tempo e si spera diventi operativo al più presto, in modo da dare un punto di riferimento ai numerosi immigrati presenti a Bovalino.
Fa parte dei Fondi Strutturali relativi alla programmazione 2007/2013 ed è finanziato sia dall'Unione Europea (67,96%) che dal Fondo di Rotazione (32,04%)
il progetto appartiene all'asse riguardante la diffusione della legalità che ha come obiettivo realizzare iniziative in materia di impatto migratorio.

Avanzamento

I lavori per la costruzione del centro sono stati ultimati, ma questo non è operativo per la mancanza di arredamento e di personale per la gestione. All'inizio del nostro monitoraggio i fondi utilizzati erano pari al 40% della cifra totale stanziata dall'Unione Europea mentre, ad oggi, tutti i pagamenti sono stati completati per una spesa totale di 290.677,81.

Risultati

Il progetto è concluso, ma purtroppo non è operativo e non ha ancora potuto dare i suoi frutti.

Punti di debolezza

Abbiamo riscontrato delle discrepanze sulla cifra totale stanziata dall'Unione Europea poiché sul sito di opencoesione.gov la cifra riportata attualmente ovvero € 290.677,81 differisce da quella riportata durante i nostri primi studi ovvero € € 460.673,00.

Punti di forza

Del progetto ci è piaciuto l'importanza e l'impatto che una struttura del genere potrebbe avere in un territorio come il nostro caratterizzato da una forte presenza di immigrati, considerando la scarsa presenza di centri simili in zona.

Rischi

Il rischio è che il centro non diventi attivo e cada in uno stato di abbandono, come spesso avviene a molte strutture finanziate da fondi pubblici.

Soluzioni e Idee

La soluzione e l'idea nascono dalla volontà dell'uomo. Un centro come questo ha solo una risposta: il proprio utilizzo. Noi "Work in Progress" solleciteremo ancora una volta i Commissari affinché non rimanga una cattedrale nel deserto.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Commissario del Comune di Bovalino Alberico Gentile;
Architetto Giuseppina Varbaro.

Domande principali

Risposte principali