REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
IMPLEMENTAZIONE SUL TERRITORIO REGIONALE DELLA "COVENANT OF MAYOR" - ALI COMUNIMOLISANI

Inviato il 31/03/2016 | di Convitto "Mario Pagano" | @oc mario pagano cb

Descrizione

Il Patto dei Sindaci per l’Energia Sostenibile condivide il proposito di contenere l’emissione di C02 per ridurre il gas serra sul pianeta.
La Regione Molise, da parte sua, ha voluto incentivare il tema delle migliori politiche energetiche da praticare sul territorio, decidendo di concorrere, nel rispetto della separazione dei ruoli e del principio di sussidiarietà, alla promozione di azioni progettuali rimesse alla libera determinazione di ciascun Comune.
Sono stati mirati nel progetto, in concorso con la struttura comunale, alcuni obiettivi strategici, tra cui la promozione di investimenti nell’ambito delle fonti rinnovabili, l’efficienza energetica degli edifici pubblici, delle scuole, ecc., l’urbanistica, la diffusione e l’educazione a comportamenti, singoli e collettivi, ecocompatibili ed ecosostenibili.
ALI Comuni Molisani, ha così assunto la regia del programma relativamente ai Comuni della Provincia di Campobasso sottoscrittori del Patto,
fornendo loro assistenza ed affiancamento nella predisposizione dell’inventario delle emissioni di CO2
e nella redazione dei SEAP (Sustainable Energy Action Plan).

Avanzamento

Il progetto ha avuto inizio l' 11 aprile 2011 con un incontro con i Comuni aderenti al progetto. Nei tre anni successivi si sono susseguiti una serie di incontri e convegni sul tema, nei quali sono stati delineati gli obbiettivi comuni e le linee guida da seguire. Attualmente il progetto sembra in uno stato di stand-by.

Risultati

Nel concreto non è stato realizzato ancora niente o anche se qualcosa è stato realizzato non vi sono documentazioni che lo attestino. Teoricamente il progetto è pronto per partire, ma sembra che l'iniziativa sia stata trascurata se non dimenticata.

Punti di debolezza

Il progetto è troppo vasto e coinvolge molti Comuni, pertanto risulta difficile monitorare il suo stato di avanzamento e allo stesso tempo ottenere risultati concreti. La difficoltà di essere gestito con periodicità ne ha causato la mancata giusta attenzione necessaria per portarlo a termine.

Punti di forza

Il progetto è ambizioso e con dei validi obbiettivi, su una tematica che spesso tende ad essere trascurata. Coinvolge anche l'intera comunità cercando di sensibilizzare i cittadini. Questa iniziativa, se portata a termine, contribuirà alla crescita della regione, proiettandola, attraverso lo sviluppo, in un futuro che avrà come protagoniste le energie sostenibili.

Rischi

Se le amministrazioni continueranno a tenere il progetto nell'attuale stato di considerazione, difficilmente si potranno raggiungere gli obbiettivi proposti.

Soluzioni e Idee

1) Incominciare a impegnarsi per portare a termine gli obbiettivi
2) Restringere il campo d'azione, coinvolgendo meno Comuni, scelti tra quelli più abitati e con un maggior dispendio energetico
3) Individuare ed incominciare da azioni concrete da attuare nei settori energetici , investendo così i finanziamenti avuti.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Abbiamo intervistato il sindaco A. Battista della città di Campobasso, partecipante al progetto. Inoltre abbiamo contattato il sindaco del Comune di Jelsi che ha dimostrato di non essere a conoscenza del progetto, in quanto avviato dalla precedenza amministrazione.

Domande principali

Risposte principali