REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Ristrutturazione del Teatro del Popolo - ALTA_19_5.2

Inviato il 21/03/2016 | di 4CPin_forma | @4cpin_forma

Descrizione

La finalità del progetto è stata promuovere il recupero e la riqualificazione dello spazio urbano e favorire la tutela, la valorizzazione e la promozione delle risorse culturali del territorio.
In particolare gli interventi sono stati rivolti alla riqualificazione del Teatro del Popolo, struttura risalente agli anni '30 e di conseguenza bisognosa di adeguamenti relativi alle più recenti modalità di fruizione degli spettacoli sia teatrali che cinematografici. La scelta di utilizzare i fondi europei a questo scopo è stata motivata anche dalla forte vocazione turistica dell'area valdelsana.

Avanzamento

Il progetto è stato completamente realizzato e la struttura è attualmente funzionante sia per l'attività teatrale che cinematografica, come verificabile sia dalla programmazione annuale sia dal sopralluogo in situ effettuato nell'ambito del monitoraggio A Scuola di OpenCoesione

Risultati

Il Teatro del Popolo, reso funzionale e confortevole e adeguato alle tecnologie più avanzate (ad esempio cinema in 3D), rappresenta attualmente un importante polo di riferimento per la vita culturale della Val d'Elsa.

Punti di debolezza

Il progetto non ha incontrato particolari difficoltà. Si rileva comunque l'esigenza di implementare i lavori già eseguiti estendendoli all'altra ala del palazzo con la realizzazione di una seconda sala.

Punti di forza

Le scelte architettoniche e tecniche adottate per la ristrutturazione hanno reso il Teatro una struttura moderna, pur nel rispetto della sua storia senza snaturare il progetto originario.
L'edificio risalta armonicamente nel tessuto urbano della città favorendo anche una riqualificazione delle aree immediatamente adiacenti (la piazza e la Casa del Popolo) con la creazione di infrastrutture al servizio degli utenti del Teatro.

Rischi

I rischi collegati ad una struttura di questo tipo sono fortemente influenzati dall'andamento dell'economia nazionale, di poca attenzione al settore culturale e di difficoltà economica per i cittadini, che potrebbe portare a una riduzione del numero dei frequentatori.

Soluzioni e Idee

Creazione di una seconda sala più piccola da utilizzare sia per rappresentazioni di minore impegno, come ad esempio quelle organizzate da compagnie teatrali locali di tipo amatoriale, o anche come centro conferenze aperto all'uso da parte degli istituti scolastici locali.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Sono stati intervistati i due sindaci in carica nel corso del progetto, Paolo Brogioni e Marco Spinelli; la responsabile del settore cultura del Comune di Colle di Val d'Elsa, Sandra Busini; il responsabile del Teatro, Renato Gori; la direttrice di una compagnia teatrale, Monica Rodani; l'assessore alle politiche di coesione sociale, Fabio Berti.

Domande principali

Risposte principali