REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Progetto di ristrutturazione e riqualificazione architettonica e funzionale dell'edificio: "Casa della G.I.L."

Inviato il 15/04/2017 | di Uniti per conoscere

Descrizione

Le opere hanno recuperato l’edificio in tutte le sue parti, sia da un punto di vista architettonico che funzionale, tenendo conto da un lato delle peculiarità architettoniche della struttura esistente e dall’altro dell’idoneità del fabbricato alla destinazione d’uso di Casa-Famiglia secondo i dettami normativi. Le opere hanno previsto la completa ristrutturazione dell’edificio, ovvero il recupero e il completo riutilizzo dei locali al piano seminterrato, la nuova distribuzione interna dei vani a tutti i livelli planimetrici (piano seminterrato, rialzato e primo), il risanamento dei prospetti esterni, la sostituzione degli infissi, il rifacimento totale degli impianti tecnologici (assenti o del tutto fatiscenti), le opere di consolidamento e strutturali, i lavori per le sistemazioni esterne (sia a verde che con pavimentazioni) e il completo abbattimento delle barriere architettoniche. Altresì è stato realizzato un ampliamento al piano primo, in sopraelevazione alla struttura esistente, in quanto tale livello sarà completamente destinato alla sezione residenziale della struttura della Casa-Famiglia; tale ampliamento, si è reso necessario in quanto i vani esistenti risultavano insufficienti a soddisfare gli spazi necessari alla destinazione di Casa-Famiglia.

Avanzamento

I lavori si sono conclusi, tuttavia il comune di Conversano sta procedendo con la sistemazione delle aree esterne della struttura per poi procedere a fine marzo 2017 con l'inaugurazione dell'immobile.

Risultati

I lavori di ristrutturazione hanno reso possibile la realizzazione di una struttura funzionale e dotata che, allo stato attuale, però non si sa quando potrà essere utilizzata per il fine per il quale è stata realizzata.

Punti di debolezza

Tra le debolezze riscontrate la sospensione dei lavori a causa della risoluzione del contratto con la ditta appaltatrice dei lavori di ristrutturazione a causa di inadempimenti della stessa. Ciò ha comportato uno slittamento della data di fine dei lavori che, prevista il 31.12.2013, sta avvenendo nel marzo 2017.

Punti di forza

La struttura è dotata al piano seminterrato di sala riunioni/conferenze, di aule didattiche/laboratori, di servizi igienici per gli utenti e per disabili, di un ripostiglio, di un archivio e di locale tecnico. Il piano rialzato è dotato di reception, uffici di direzione/segreteria, aule didattiche/laboratori, aula informatica, sala polivalente, servizi igienici per gli utenti e per disabili, servizi igienici per il personale, ripostigli. Il piano primo, destinato alla parte residenziale della struttura della Casa-Famiglia, è dotato di camere da letto singole per gli adulti con funzione tutoriale e di camere da letto doppie per gli ospiti della struttura, ognuna dotata di un servizio igienico autonomo, di una cucina con annessa mensa per uso collettivo, di dispensa alimentare, di ripostigli, di servizi igienici riservato alle utenze e al personale, di guardaroba, di locale lavanderia e di una sala per il tempo libero (per la televisione o come sala di lettura).Tale tipo di struttura è finalizzata quindi a garantire una vita quotidiana significativa, sicura e soddisfacente a persone con disabilità per le quali sia possibile definire percorsi di inserimento socio-lavorativo per l’autonomia dell’individuo; la Casa-Famiglia si configura come struttura idonea a garantire il “dopo di noi”.

Rischi

Uno dei principali rischi è che la struttura rimanga inutilizzata per mancanza di soggetti gestori con le competenze e le risorse economiche necessarie ed adeguate per la gestione del bene.

Soluzioni e Idee

Rendere questo luogo uno spazio inclusivo, accogliendo e valorizzando le potenzialità di tutti i disabili che frequenteranno questa struttura per fare in modo che essa diventi una palestra di integrazione in modo che i benefici si possano ripercuotere sull'intera cittadinanza.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Sono stati intervistati gli amministratori del comune di Conversano. In particolare il sindaco, l'assessore ai lavori pubblici e l'assessore alle politiche sociali.

Domande principali

1) Perchè c'è stata la risoluzione del contratto con la ditta appaltatrice? (avv. Gungolo - ass. ai lavori pubblici)2) Quale sarà la destinazione futura della struttura ? ( dott.ssa Lippolis - ass. ai servizi sociali)3) Ci saranno ricadute positive sul territorio? Quali? (avv. Lovascio - sindaco)

Risposte principali

1) In quanto l'azienda ha commesso molteplici inadempienze, gravi irregolarità e ritardi (avv. Gungolo - ass. ai lavori pubblici)2) Sarà una casa accoglienza destinata all'inserimento socio - lavorativo di persone con disabilità psichica. L'amministrazione ha pubblicato un avviso per un'indagine di mercato finalizzata alla preselezione di operatori economici in possesso di adeguata qualificazione interessati ad essere inclusi nella lista dei soggetti da invitare alla procedura negoziata per la gestione della struttura. (dott.ssa Lippolis - ass. ai servizi sociali)3) Senza dubbio ci saranno ricadute positive nel territorio sociale di Conversano sostenendo le famiglie all'interno delle quali sono presenti disabili mentali (avv. Lovascio - sindaco)