REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
POTENZIAMENTO RACCOLTA DIFFERENZIATA COMUNE DI MANDURIA

Inviato il 15/04/2017 | di AmbientiAmoCi | @ambientiamoci

Descrizione

Il progetto “POTENZIAMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COMUNE DI MANDURIA” consiste nell’acquisto di contenitori, buste biodegradabili e una campagna di sensibilizzazione per la cittadinanza, il tutto per aumentare la percentuale dell’andamento della raccolta differenziata. Il finanziamento ammonta a 77.447,99 €, mentre i pagamenti effettuati sono 56.066,38 €. L’inizio previsto ed effettivo è stato il 21/05/14 e il termine previsto era il 31/12/14 ma in realtà è stato anticipato al 30/10/14.

Avanzamento

Il progetto è iniziato il 21 Maggio 2014 e si è concluso il 30 Ottobre 2014; esso è consistito nell’acquisto dei contenitori consegnati a Maggio 2016, ma il pagamento non sembra essere stato completato. Durante l’incontro con la dott.ssa Emanuela Grato, responsabile della comunicazione della ditta Igeco che si occupa della raccolta rifiuti a Manduria, abbiamo appreso che la campagna di sensibilizzazione, dal titolo “Apri la porta alla raccolta differenziata”, è stata effettuata nel mese di Aprile del 2016 attraverso banner sul Palazzo del Municipio e striscioni sul territorio comunale, una lettera individuale alle famiglie e la consegna insieme al kit per la raccolta (contenitori) di un vademecum, l'apertura dell’Info Point presso gli Uffici Comunali, incontri formativi presso le scuole - che proseguono tutt'oggi - e un evento dal titolo “Ambiente in festa” tenutosi il 30 Aprile 2016 in Piazza Garibaldi dalle ore 9:30 fino a tarda sera.

Risultati

Il progetto è stato terminato il 30 Ottobre 2014, i contenitori per la raccolta differenziata e le compostiere sono stati acquistati, ma non siamo riusciti a capire se sono stati tutti consegnati come previsto.

Punti di debolezza

Non è stato possibile evincere se ci sono stati punti di forza e debolezze a causa delle scarse informazioni reperite presso il Comune di Manduria.

Punti di forza

Il team non è riuscito ad evidenziare punti di forza specifici, poiché il Comune non ci ha fornito sufficienti informazioni per poter comprendere se il progetto finanziato, con il quale sono stati comprati dei contenitori, sia stato utile o meno. Il monitoraggio del progetto ha comunque consentito al nostro team di approfondire aspetti riguardanti il processo di raccolta differenziata dei rifiuti. Inoltre abbiamo potuto visitare l’azienda che si occupa dello smaltimento dell'indifferenziato dei rifiuti solidi urbani e grazie a ciò abbiamo compreso quanto sia complesso e costoso il processo dello smaltimento e quanto sia importante saper differenziare correttamente.

Rischi

Con il progetto sembra siano stati solo acquistati dei contenitori per la raccolta differenziata mentre aver iniziato una campagna informativa solo un mese prima dell’inizio della raccolta differenziata ci sembra non abbia avuto un impatto positivo sulla cittadinanza. Pertanto crediamo sia necessario attraverso questionari e vademecum incrementare le informazioni circa l’importanza di saper differenziare soprattutto per la salvaguardia del nostro ambiente. Se ciò non viene effettuato si rischia di non diventare un Comune virtuoso e non apprezzare i benefici della differenziata.

Soluzioni e Idee

Una delle idee per il progetto monitorato è quello di effettuare una campagna di sensibilizzazione più efficace per la cittadinanza, cercando di far comprendere quanto sia importante svolgere correttamente la raccolta differenziata per la tutela del nostro ambiente.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i referenti politici

Il team “AmbientiaMoCi” ha ricavato ulteriori informazioni da alcuni esperti, richiedendo un incontro ed un’intervista ad essi. Abbiamo intervistato l’assessore all’Ecologia, Notarnicola Leonardo, incontrandolo nel nostro Istituto dal quale abbiamo ottenuto ulteriori chiarimenti sul progetto e sulla raccolta differenziata. Dall’agronomo, Occhilupo Andrea, abbiamo appreso come funziona il processo del ciclo dei rifiuti, nella Regione Puglia, e alcuni aspetti critici che ci sono serviti quando abbiamo analizzato i dati per la lezione 3. Dalla dott.ssa Grato Emanuela, responsabile della comunicazione della ditta che si occupa della raccolta rifiuti a Manduria, abbiamo tratto informazioni su come si è svolta la campagna di sensibilizzazione e come questa azienda ha fornito il Kit per iniziare la raccolta nel nostro comune spiegando l’importanza di differenziare correttamente i rifiuti. Per ultimo abbiamo intervistato, dopo una visita allo stabilimento Manduriambiente, l’Ingegnere Valenti dal quale siamo venuti a conoscenza del lavoro meticoloso che c’è dopo aver eseguito correttamente la differenziata.

Domande principali

1. Come avviene il ritiro dei rifiuti ingombranti? C’è bisogno di una prenotazione? O il ritiro avviene normalmente? (Manduriambiente)2. Quanti comuni vengono a depositare l’indifferenziato qui? (Manduriambiente)3. Quale tra questi produce il minor tasso di indifferenziato giornalmente? (Manduriambiente)

Risposte principali

1.In realtà ci sono due modi per la consegna dei rifiuti ingombranti. C’è a disposizione un numero verde che permette il contatto tra l’utente e l’azienda, la quale verifica la disponibilità e lo mette in lista. Il problema fondamentale consiste nella lunghezza spropositata di queste liste che comportano una lunga attesa. In alternativa l’utente potrebbe direttamente recarsi all’ isola ecologica e depositare il suo rifiuto. (Ingegnere Valenti)2. I comuni che vengono a depositare i rifiuti solidi qui sono in totale 20, tra cui 17 appartenenti alla provincia di Taranto e 3 appartenenti alla provincia di Brindisi. (Ingegnere Valenti)3. Il comune di Andria presenta quasi il 70% di raccolta differenziata effettuata sul suo territorio, per cui la produzione di indifferenziata è minima. (Ingegnere Valenti)