REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
SISTEMAZIONE CAMMINAMENTO DI RONDA "ANTICHE MURA"

Inviato il 15/04/2017 | di The time travellers

Descrizione

Le antiche mura della città di Sorrento,raccontano 5 secoli della sua storia. La città di Sorrento,poteva vantare, fin dalle origini,di difese naturali, costituite dalla falesia costiera, e da profondi valloni, dove un tempo scorrevano le acque. Sebbene,fin dall'epoca romana fu dotata, di una cerchia muraria imponente, in seguito alle incursioni saracene, le mura furono rafforzate, creati dei bastioni, per la ronda e dotate di torri.Esempio di architettura militare, di cinte bastionate ancora ben conservate, ce ne sono pochissime; e quelle di Sorrento sono tra quelle meglio conservate. Originariamente erano dotate, di 4 porte, e la cosiddetta Porta di Parsano sorta solo in epoca borbonica è l'unica che oggi è ancora
visibile nel suo contesto originario. Il progetto che stiamo monitorando, riguarda sia le mura, che il Bastione di Parsano, con l'annessa rampa vicereale e i resti della porta. Le varie opere di restauro, di cui le più recenti , risalgono al 1975 e al 2014, hanno avuto lo scopo, di riportarle al loro antico splendore, e di inserirle in un contesto di itinerario turistico.

Avanzamento

Effettuando sia un sopralluogo, in via degli Aranci, dove vi sono le Antiche mura e il Bastione di Parsano, e sia visionando presso l'ufficio tecnico, della Casa Comunale, i documenti, che riguardano i vari interventi di restauro ,effettuati sulle mura cittadine, abbiamo potuto constatare, che il progetto è concluso, anche se ci sono altre attività di restauro da effettuare, sopratutto, nella parte di mura, che va verso Villa Fiorentino, e quelle verso Marina Grande, e per creare un integrazione perfetta, tra le difese naturali e quelle artificiali, bisognerebbe recuperare anche il "Vallone dei Mulini", altra importante testimonianza storica, della città.

Risultati

Il progetto è attualmente concluso. I lavori di restauro hanno riguardato la porta di Parsano e il camminamento di ronda.In effetti , questa opera di restauro, fa seguito, ad una altro progetto, del 1975, e affidato all'Architetto Armando Venditti, che procedette per tappe, il restauro della cinta muraria. Le maggiori difficoltà riscontrate, oggi, come allora, sono state quello di rispettare la conformazione originale delle mura, fatte in tufo, oltre la preoccupazione, di eventuali crolli di quella parte di mura, che va verso villa Fiorentino, e non sottoposta, almeno nell'immediato passato, ad interventi di restauro. Pertanto, nel procedere con i lavori, si è dovuto continuamente monitorare la zona a ridosso, della parte di mura, che si stavano restaurando, il che ha rallentato il rispetto dei tempi previsti.

Punti di debolezza

Le Antiche Mura non sono localizzate in un punto centrale della città e nonostante i lavori di restauro i
cittadini del luogo non sono ancora del tutto a conoscenza delle opere di conservazione e restauro realizzate. Molti sorrentini, che ne erano a conoscenza, non sanno da dove o da chi sono arrivati i fondi, con cui si è proceduto, al restauro. Inoltre
l'opera di ripristino, non ha sortito, l'ulteriore effetto, di attirare
l'attenzione del turista, sia perchè, non esiste nessun itinerario, in
cui è inserita, una visita alla cinta muraria, e sia perchè , la scala
vicereale, da cui si accede al camminamento di ronda, risulta chiusa da
un cancello, le cui chiavi sono in possesso del Comune, che non ha
ancora stabilito un orario di apertura e di chiusura; per cui, il
turista che si avventura verso via Sersale, per visitare le mura e il
Bastione, non sempre ha questa possibilità,.

Punti di forza

L'opera di restauro ha contribuito a portare alla luce la cinta muraria
della città di Sorrento,di incredibile valore storico. Grazie al
monitoraggio svolto, abbiamo approfondito le nostre conoscenze storiche, arricchendole con i dettagli della storia della penisola e di Sorrento in particolare .

Rischi

Il mancato controllo può far si che le mura diventino oggetto di vandalismo da parte dei soggetti sprovveduti. La continua crescita della vegetazione spontanea potrebbe compromettere la stabilità e la visibilità delle mura ed inoltre, se non venissero continuate le opere di restauro, l'intervento realizzato potrebbe perdere la sua efficacia. La mancata inclusione delle antiche mura ,come tappa di un percorso turistico potrebbe portare ad una loro svalutazione culturale.

Soluzioni e Idee

Le antiche mura sono un'importante risorsa culturale della città sorrentina.I progetti che potrebbero valorizzarle sono:1. Organizzazione di itinerari turistici guidati da ragazzi stagisti frequentanti ad esempio l'Istituto Turistico mettendo in pratica le capacità acquisite;2. Proiezione di immagini, didascalie e film in punti strategici delle mura, valorizzando eventi interessanti ed innovativi;3. Posizionare pannelli informativi in punti turisticamente trafficati per le strade documentandoli della presenza di questa fantastica opera architettonica;4. Pagamento minimo di un biglietto di entrata, per finanziare eventuali opere di manutenzione;5. Realizzazione di un plastico della Sorrento Antica in miniatura, per attirare l'attenzione del turista e dare una visione generale di quella che era Sorrento durante il XVIII secolo;6. Apertura delle mura durante tutto l'anno, ad eccezione di brevi periodi destinati ad opere di manutenzione.7 . Le Antiche Mura inoltre,
offrono un atmosfera molto suggestiva, in particolare nelle ore serali,
e si potrebbe pensare, anche di inserire tale visita, in un percorso
enogastronomico, come spesso accade, nelle sagre organizzate in alcuni
paesi, con figuranti in abiti d'epoca o scenette rievocative.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video

Domande principali

1. Conoscete le antiche mura? ( Ilaria Nocerino- Claudia Esposito e Consuelo Cammarota- studentesse sorrentine;Laura Geudugli Godoy eChristina Mckinnon-turiste )2. Com'è nato il progetto di recupero delle antiche mura? ( Mariateresa De Angelis- Assessore all'Istruzione e alla Cultura del Comune di Sorrento) 3. Il progetto è concluso? E i pagamenti sono stati ultimati? ( Ing. Alfonso Donadio- Responsabile ufficio tecnico del Comune di Sorrento)

Risposte principali

1. Come rappresentanti dei giovani sorrentini abbiamo intervistato Ilaria Nocerino, Claudia Esposito e Consuela Cammarota. La prima intervistata risponde di non essere a conoscenza della presenza delle Antiche Mura a Sorrento. La seconda asserisce di averne una conoscenza solo superficiale ma non è in grado di localizzare il Bastione di Parsano e confonde tale sito con l'antico Vallone dei Mulini. La terza intervistata, invece, non solo conosce storicamente la funzione di difesa, dagli attacchi saraceni, delle Antiche Mura ma è anche informata sugli interventi di restauro realizzati ultimamente in tale contesto. Come turisti, abbiamo intervistato la signora Laura Geudugli Godoy e la signora Christina Mckinnon ci hanno risposto che non ci sono che loro sappiano, itinerari turistici di valorizzazione del camminamento di ronda delle Antiche Mura. Tale notizia è stata poi verificata anche attraverso un nostro colloquio con il personale dell'Infopoint di Sorrento.









Normal
0


14


false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE






































































































































































/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:"Calibri","sans-serif";
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-language:EN-US;}

2.E'
una lunga storia perché in seguito a continui crolli, già all'inizio del
'900 sono state realizzate opere di restauro anche se nell'area attigua furono
costruiti immobili di edilizia abitativa di modesto valore architettonico. Gli
interventi, solo nel 1975 hanno fatto parte di un importante e organico
progetto di restauro affidato all'architetto A.Venditti che lo ha suddiviso in
vari lotti da realizzare in tempi successivi. L'attuale progetto di ripristino
ha riguardato la parte delle Antiche Mura attigue al Bastione di Parsano ma ci
si propone di continuare l'opera di risanamento delle Antiche Mura anche nei
pressi di Villa Fiorentino, in un'unica soluzione di continuità fino a Marina
Grande. L'intento è di creare un'integrazione perfetta tra le difese naturali
es. Vallone dei Mulini e le opere artificiali ( Mariateresa De Angelis- Assessore all'Istruzione e alla Cultura del Comune di Sorrento) 3. Il lotto di recupero delle mura del Bastione di Parsano è concluso ma tale intervento rientra in un progetto più ampio di risanamento di tutta la cinta muraria con lotti successivi che dovranno essere appaltati così come è nelle intenzioni di questa amministrazione comunale, tant'è che a tale scopo, abbiamo acceso un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti . I pagamenti sono stati eseguiti in toto e la discrepanza tra il dato fornitovi, dal portale di "a scuola di open coesione", secondo cui solo l'80% dei pagamenti è avvenuto e la situazione reale, dipende dai ribassi di asta con le conseguenti economie di gara realizzate dall'amministrazione rispetto alle somme stanziate. E anche possibile che non tutti i dati, ad esempio le somme per i collaudi finali, siano stati perfettamente registrati.( Ing. Alfonso Donadio- Responsabile ufficio tecnico del Comune di Sorrento)