REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
REALIZZAZIONE DI NUOVI CENTRI DI RACCOLTA A SUPPORTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI - COMUNE DI SAN MARCO ARGENTANO (CS)

Inviato il 15/04/2017 | di Il Team dei Differenziati

Descrizione

IL Progetto REALIZZAZIONE DI NUOVI CENTRI DI RACCOLTA A SUPPORTO DELLA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI URBANI RACCOLTA - COMUNE DI San Marco Argentano (CS) , Codice CUP: D53J09000230001, sul sito di OpenCoesione ci ha molto incuriosito per l'argomento trattato.
Considerato Che i Dati pubblicati sul sito si riferivano quasi esclusivamente ai pagamenti effettuati dal Comune di San Marco Argentano abbiamo pensato di cercare altri dati, MAGGIORMENTE SIGNIFICATIVI e che potessero darci indicazioni precise sull 'utilizzo dei Fonti stanziati e sugli Obiettivi raggiunti.
Sul sito http://www.comune.sanmarcoargentano.cs.it abbiamo trovato moltissime informazioni e di particolare interesse le statistiche tra Gli RSU e RD (Analisi sui Dati di Produzione RSU e Raccolta Differenziata RD).
I dati pubblicati , però, erano relativi all ' anno 2014 MENTRE La Data di fine PROGETTO SI riferiva al 30 giugno 2016. Cosa è poi Successo ???
Insieme alla nostra referente, abbiamo fissare un incontro con il Sindaco del Comune di San Marco Argentano in modo da integrare i dati del 2014 con altri più recenti o almeno fino al 30 giugno 2016 (Data FINE Progetto).Altri dati interessanti sono stati raccolti sul sito http://www.arpacal.it/ Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Calabria (Arpacal) e confrontati con quelli che ci sono stati poi forniti dal Comune di San Marco .I risultati raggiunti dal comune sono apprezzabili considerato che la percentuale della raccolta è salita dal 26,33% del 2014 al 72% del 2016.La nostra ricerca continua presso Il Dipartimento Arpacal di Cosenza

Avanzamento

INIZIO PREVISTO12 marzo 2012INIZIO EFFETTIVO12 marzo 2012FINE PREVISTA30 giugno 2016FINE EFFETTIVA30 giugno 2016

Risultati

Dati aggiornati al 2016 : la RD è al 76% ( ottimo risultato )

Punti di debolezza

Mancanza di mezzi per la raccolta differenziata adatti al centro storico

Punti di forza

Risultati :


COMUNE DI SAN MARCO ARGENTANO
DATI RACCOLTA DIFFERENZIATA ANNO 2016




GENNAIO


23,60%




FEBBRAIO


36,87%




MARZO


35,92%




APRILE


43,48%




MAGGIO


50%




GIUGNO


53%




LUGLIO


57,32%




AGOSTO


76,07%




SETTEMBRE


79,53%




OTTOBRE


72%




NOVEMBRE


75%




DICEMBRE


76%

Rischi

Partecipare
al Programma Operativo Regionale 2014-2020, Interventi per il miglioramento
della Raccolta Differenziata in Calabria ::“Il Comune di San Marco, come tutti i comuni, potrà partecipare solo se aderirà all’A.T.O. (Ambito territoriale ottimale diviso poi in A.R.O), ma San Marco non intende aderire, in quanto avendo raggiunto una buona percentuale per la Raccolta Differenziata, potrà applicare una tariffa (TARI) inferiore e più vantaggiosa per i cittadini. Se il Comune di San Marco aderirà all’A.R.O. POLLINO, area composta da 16 comuni con Castrovillari Capofila, i dati del nostro Comune saranno utilizzati per fare media con i dati dei comuni aderenti e meno virtuosi, ciò abbasserà la nostra percentuale e di conseguenza la tariffa da applicare ai cittadini per il servizio non ripagherebbe certamente i loro sforzi, vanificando così l’ottimo risultato del 76% raggiunto.”

Soluzioni e Idee

Visita pressoIl Dipartimento Arpacal di Cosenzawww.arpacal.it/index.php/arpacal/struttura/dipcs

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Assessore
all’ ambiente Avv. Fenisia Di Cianni,

Domande principali

1-L’alunna
Carnevale ha chiesto all’assessore il motivo per cui i dati statistici
pubblicati sul sito web del comune di S. Marco Argentano siano fermi al 2014 e
non siano stati ancora aggiornati2-L’alunna
Tassone ha posto all’assessore il seguente quesito: “Potrebbe spiegarci da cosa è determinata la percentuale così bassa del 26,33% , dato estrapolato
dal Comunicato Stampa pubblicato , lunedì
28 novembre 2016 ore 16:16 ,dall’ ARPACAL sulla raccolta differenziata del 2015 ,considerato che la mediar aggiunta dalla provincia di Cosenza è del 35,61 %
e dal comune di Casole Bruzio del 87,61% , risultato anche il comune della
Calabria più virtuoso?“3- “Il
Comune ha già partecipato o intende partecipare al Programma Operativo
Regionale 2014-2020, Interventi per il miglioramento della Raccolta
Differenziata in Calabria ?” 4- “Cosa intende fare il Comune per
raggiungere e mantenere l’obiettivo del 65% di R.D. entro il 2020?

Risposte principali

1-“Le motivazioni sono state addotte al fatto che il sito del comune è stato gestito dall’Aspanet, società che non
ha svolto per tempo l’aggiornamento dei dati sulla raccolta differenziata: per
porre rimedio al problema, il comune ha già avviato un progetto per velocizzare
l’aggiornamento dei dati in autonomia.”2-Ciò è dovuto al fatto che fino a settembre del 2015 la Raccolta
Differenziata ,nel comune di San Marco ,veniva fatta con i cassonetti stradali
diversificati , i quali però non erano utilizzati dai cittadini in modo
corretto: nel 99% dei casi risultavano inquinati e con sacchetti di spazzatura
lasciati fuori e per strada. A settembre del 2015 parte il servizio di raccolta
differenziata porta a porta ma solo in due zone: Scalo di San Marco e Pianette.
Queste due zone di raccolta, dette di confine, venivano utilizzate anche dai
cittadini dei paesi limitrofi che lasciavano i sacchetti mentre si recavano a Cosenza.
La raccolta porta a porta viene poi estesa, a gennaio del 2016, a tutte le periferie del Comune di San Marco e
non appena il servizio è stato esteso anche al centro storico, dopo circa un
anno, la percentuale della raccolta è salita dal 26,33% del 2014al 72%del
2016. I dati statistici devono essere contestualizzati al numero degli
abitanti, alla tipologia e all’estensione del territorio, prima di poter
valutare il virtuosismo di un Comune. Se consideriamo i dati di seguito
riportati, notiamo che San Marco Argentano può essere considerato un comune
virtuoso3-Il Comune di San Marco, come tutti i comuni, potrà partecipare solo se
aderirà all’A.T.O. (Ambito territoriale ottimale diviso poi in A.R.O), ma San
Marco non intende aderire, in quanto avendo raggiunto una buona percentuale per
la Raccolta Differenziata, potrà applicare una tariffa (TARI) inferiore e più
vantaggiosa per i cittadini. Se il Comune di San Marco aderirà all’A.R.O.
POLLINO, area composta da 16 comuni con Castrovillari Capofila, i dati del
nostro Comune saranno utilizzati per fare media con i dati dei comuni aderenti
e meno virtuosi, ciò abbasseràla nostra percentuale e di conseguenza la tariffa
da applicare ai cittadini per il servizio non ripagherebbe certamente i loro
sforzi, vanificando così l’ottimo risultato del 76% raggiunto.”4-“San Marco è già un comune virtuoso per la raccolta differenziata in un
contesto di non virtuosismo, ma necessita di mezzi più piccoli per la raccolta
porta a porta dei rifiuti del Centro Storico: ciò consentirebbe di innalzare la
percentuale media dei rifiuti.”