REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
(DB1600_POR-FESR_2010_12199) AREA VIA PACINI-VIA PETRELLA-TORINO - RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI IN DISP. DI ATC TORINO

Inviato il 15/04/2017 | di POPULAR GIULIO

Descrizione

Il progetto in questione riguarda la manutenzione e la riqualificazione energetica di alcuni edifici di edilizia convenzionata situati in via Pacini 1,3,5 e via Petrella a Torino. Gli edifici sono gestiti dall'ATC (agenzia territoriale per la casa del Piemonte centrale) che è anche soggetto attuatore del progetto.Per questo progetto sono stati stanziati €1.957.012,86, i principali soggetti finanziatori sono: l'Unione Europea (€ 542.072) e il Fondo di Rotazione (€ 636.870); per portare a termine l'intervento sono stati necessari ulteriori investimenti a carico dell'ATC medesima.Il progetto è stato finanziato nell'ambitoPOR CRO FESR PIEMONTE e rientra nell'asse sostenibilità ed efficienza energetica con l'obiettivo di ridurre l'uso intensivo delle fonti energetiche tradizionali attraverso l'incremento della produzione energetica da fonti rinnovabili e promuovere l'efficienza ed il risparmio energetico nella produzione e consumo di energia.

Avanzamento

Il progetto si è concluso il 16 novembre 2015, benché la conclusione dei lavori fosse prevista per l' 8 agosto 2015.

Risultati

Il risultato del progetto è stato positivo in quanto:-l' aspetto estetico dei palazzi è migliorato;-Il consumo di metano è diminuito, per quanto riguarda Via Pacini è passato da 48.434 (2013/2014) a 45.318 (2015/2016): minore consumo significa missione emissione di CO2 e questo è un obbiettivo che rientra appieno nell'asse sostenibilità ed efficienza energetica in cui il progetto rientra;-

Punti di debolezza

Un raffronto scientifico tra i consumi di metano pre e post intervento è impossibile, secondo quanto spiegatoci da un dirigente dell' ATC, poiché esso andrebbe effettuato a parità di temperatura degli alloggi, ma questo è impossibile : molto probabilmente la medesima famiglia prima dell' intervento aveva una temperatura interna bassa per risparmiare sulla bolletta mentre ora può permettersi di godere di una temperatura molto più confortevole.

Punti di forza

Da un nostro sondaggio informale abbiamo riscontrato che gli inquilini delle case oggetto di riqualificazione sono in generale soddisfatti dei lavori effettuati: le case sono esteticamente più belle e le bollette sono diminuite.

Rischi

Non prevediamo nessun rischio futuro.

Soluzioni e Idee

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento

Abbiamo intervistato alcuni dirigenti dell' ATC, che è l'ente attuatore del progetto.

Domande principali

1- Nella gara di assegnazione dei lavori l'appalto è stato vinto da una ditta che ha proposto un ribasso del 54%: è proprio necessario per un progetto edilizio scegliere un' impresa che propone prezzi così vantaggiosi?(Dott. Costantino, dipendente dell' ATC)2- Rispetto a tutti i lavori fatti non è troppo bassa la riduzione del consumo di metano? (Ing. Catalano, dipendente ATC)3- In questi anni la riqualificazione energetica ha riguardato solo i condomini di via Pacini e via Petrella o anche altri edifici di edilizia convenzionata? (Dott. Costantino, dipendente dell' ATC)

Risposte principali

1- Essendo i lavori finanziati con fondi Europei è d'obbligo accettare la proposta più bassa; la precauzione che abbiamo preso è stata quella di chiedere l'esplicitazione dei costi unitari nel bando.2- Non è possibile un raffronto tra prima e dopo gli interventi poichè le abitudini di consumo degli inquilini non sono rimaste invariate: attualmente in alcuni alloggi i residenti mantengono temperature anche di 26°.3- Certo, ha riguardato altri condomini come: Corso Vercelli, Corso Francia, Via Gallina, Via Ghedini, Via Cravero, Corso Taranto e Via Parenzo.