REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
COMPENDIO FORNACI PICCI - BONIFICA E SMALTIMENTO AMIANTO - QUARTU S. ELENA

Inviato il 15/04/2017 | di Amianto niente vanto

Descrizione

La nostra ricerca è sorta per contrastare il problema dell’amianto, per denunciarne l’eventuale presenza e dedicarsi alla prevenzione dei disastri ambientali a Quartu Sant’Elena. Per ciò che riguarda il progetto da noi adottato si tratta dello smaltimento dell’amianto all’interno delle Ex-Fornaci Picci. Il nostro obiettivo principale è sapere se l’amianto è stato del tutto smaltito e se i lavori della ditta incaricata sono stati portati al termine, siamo inoltre motivati a scoprire se c’è un progetto per la riqualificazione della zona.

Avanzamento

Il progetto è stato portato a termine, come testimoniato dal Comune di Quartu S. Elena i lavori sono stati conclusi il 5 febbraio 2016 con il completo smaltimento dell’amianto presente nell’area così come abbiamo potuto verificare visitando il luogo osservabile, nostro malgrado, solo dall’esterno.

Risultati

intera area è attualmente in stato di abbandono e, secondo quanto abbiamo potuto constatare, ad oggi non ci sono progetti futuri in programma per il suo riutilizzo.

Punti di debolezza

Il lavoro di bonifica dell'amianto è stato portato a termine, l’area rimane inutilizzata ed ingombrata da enormi capannoni di davvero poca utilità, dato che non è aperta al pubblico ed è nuovamente abbandonata a se stessa e occupata da comunità ROM. Dalla visita nel sito, abbiamo potuto constatare lo stato di degrado, il mancato accesso alle ex fornaci che risultano recintate con una rete metallica ormai arrugginita e in alcuni punti danneggiata. 

Punti di forza

L'amianto è stato completamente smaltito, insieme a tutti gli altri rifiuti presenti nell'area, come ad esempio i 30 kg di siringhe. L’area è di notevole importanza storica.

Rischi

Un rischio futuro potrebbe essere il fatto che non venga attuato nessun tipo di progetto per la riqualifica del luogo, lasciando l’area inutilizzata e abbandonata.

Soluzioni e Idee

Il nostro gruppo di lavoro suggerisce di riadattare la struttura per creare uno spazio di aggregazione per ragazzi/e, creando delle sale multifunzionali aperte ai giovani, a tutta la cittadina di Quartu S. Elena e dintorni. Abbiamo inoltre espresso il desiderio di salvaguardare i capannoni già esistenti, poiché a nostro parere sono un ottimo esempio storico di architettura industriale.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Si è tentato in più modalità di contattare referenti istituzionali e attuatori del progetto di smaltimento dell'amianto per poterli intervistare, ma al momento non abbiamo ricevuto risposte.Riportiamo di seguito una sintesi di due interviste effettuate con il responsabile del comitato cittadino di Quartu S. Elena, nato per sensibilizzare le istituzioni sul problema dello smaltimento dell'amianto dalle ex fornaci Picci, e con una cittadina informata perché abitante nei pressi del sito.

Domande principali



Normal.dotm
0
0
1
72
412
Keya srl
3
1
505
12.0






0
false

14

18 pt
18 pt
0
0

false
false
false














/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:12.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ascii-font-family:Cambria;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Cambria;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}







Domande al responsabile del comitato
cittadino, sig. Bernardo Agus:

1) Ci può descrivere le tappe della
nascita del vostro comitato cittadino?

2) Quali idee lo hanno ispirato?

3) Oggi come dovrebbero essere impiegate
le fornaci secondo lei?



Domande alla cittadina informata M.A.:

1) Cosa ricorda riguardo le Fornaci Picci?

2) Ricorda com'era il lavoro alle Fornaci
in quell'epoca e com'era la città di Quartu?3) Come pensa che potrebbero essere
riqualificati gli edifici delle Fornaci Picci?

Risposte principali

Risposte del responsabile del comitato cittadino, sig. Bernardo Agus:1)Un giorno notai, in prossimità della scuola di
mia figlia, una distesa enorme di coperture in cemento amianto. Mi sono
introdotto all'interno delle ex fornaci Picci e ho subito constatato che, oltre il degrado da ritrovo di
tossicodipendenti e la dimora di una paio di famiglie slave (senza acqua né
servizi igienici), in diverse parti la copertura era collassata e, cosa ancor
più allarmante, lo stato generale delle
coperture era "nudo", ossia presentava le fibre di amianto a
vista. Il degrado superficiale esterno (corticale) delle lastre di eternit si
sviluppa nel tempo sia per gli agenti atmosferici ma soprattutto perché
formandosi i licheni che con le loro radici si fissano sulla superficie, nel
loro ciclo vitale, disgregano il legante (cemento) mettendo a nudo le fibre.2)Le idee che hanno ispirato questa iniziativa
nascono dall'incuria e indolenza degli amministratori cittadini che per decenni
hanno sottovalutato la portata del problema: il vento prevalente poteva
disperdere miliardi di fibrehttps://quartusantelena.jimdo.com/area-di-rischio/
ed il conto l'amianto può presentarlo a distanza di decenni; sarebbe utile fare
una ricerca attraverso il registro dei tumori della provincia di Cagliari
geo-localizzando gli ammalati e deceduti per tumore (in particolare il tumore
alla pleura) che vivevano o hanno soggiornato nel cono di dispersione delle fibre.
Peccato che la politica isolana stia ciarlando da anni di questo registro e
stia forse coprendo scomode verità su patologie correlate ad attività
industriali e forse anche, per quanto riguarda Quartu, alle ex fornaci
Picci.Se come istituto scolastico vorreste fare una ricerca e colmare
questa voragine informativa potreste svolgere, casa per casa, una indagine
conoscitiva per chiedere se ci sono state patologie legate al cancro. In quella
via personalmente in una sola famiglia ho visto morire di cancro entrambi i
coniugi.








Normal.dotm
0
0
1
317
1808
Keya srl
15
3
2220
12.0






0
false

14

18 pt
18 pt
0
0

false
false
false














/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:12.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ascii-font-family:Cambria;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Cambria;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:"Times New Roman";
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}









Il comitato aveva raccolto un migliaio di
firme e si pensava di essere legittimati per avere un incontro con l'allora
sindaco. Non ci ha mai ricevuto... neppure l'assessore competente. Anzi, come
documentato, da un giornalista de La Nuova Sardegna aveva persino cercato di
coprire sostenendo che non c'era amianto!

Ultima perla di mala amministrazione: una sera
di 2-3 anni fa mi aveva chiamato un residente narrandomi che aveva visto alcuni
componenti delle famiglie slave "residenti" fare precipitare al suolo
molti pannelli di eternit per recuperare le traversine di legno da utilizzare
per accendere fuochi. Questo provocava, vista l'altezza, la polverizzazione
delle lastre e la dispersione di nubi di fibre. Questo residente aveva chiamato
la polizia municipale di Quartu che gli rispondeva di rivolgersi alla polizia
ambientale provinciale la quale, intervenuta sul posto, rinunciava ad entrare
nel sito in quanto recintato e chiuso da una sbarra...Non credo serva aggiungere altro.3)Farei
fare un concorso idee alle scuole con una giuria tra i ragazzi delle scuole
stesse (estratti a sorte) per selezionare le tre migliori idee da sottoporre al
voto cittadino con un referendum. Ovviamente un project financing perché senza
i capitali privati le già sgangherate finanze comunali non potrebbero fare
tutto.








Normal.dotm
0
0
1
47
268
Keya srl
2
1
329
12.0






0
false

14

18 pt
18 pt
0
0

false
false
false














/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:12.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ascii-font-family:Cambria;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Cambria;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:"Times New Roman";
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}









Risposte della cittadina informata M.A.:1)Ricordo che quando ero bambina io e i miei fratelli venivamo svegliati
dall'allarme della sirena che suonava alle 7.45 perché gli operai entravano a
lavorare a quell' ora, e coincideva quasi con l’orario scolastico delle
elementari che io stessa stavo frequentando. Suonava più volte durante la
giornata: Alle 12.00 per la pausa pranzo degli operai e alle 17.00 ovvero l’orario
di chiusura delle fornaci.2)Ricordo che c’erano diversi edifici adibiti comunque alla lavorazione di
diversi materiali, come l’argilla, che venivano utilizzati per la produzione di
mattoni. Gli operai che ci lavoravano andavano in bici o a piedi, e
tramandavano il lavoro al figlio che era nell'età giusta per iniziare. Quartu
durante quest'epoca infatti era benestante grazie appunto al lavoro delle
fornaci e all'edilizia. Quando le Fornaci hanno chiuso e il padrone le ha messe
in vendita c’è stato un grande calo riguardo il lavoro poiché ha portato a un
tasso di disoccupazione abbastanza alto. Ricordo che vennero trasferite in un
altro paese ma comunque gli operai non avevano mezzi per potersi spostare così
lontano se non a piedi o in bici.3)Penso che se si riqualificassero come ai vecchi tempi ci potrebbe essere
una buona percentuale di posti di lavoro per i cittadini, ma anche un motivo
per insegnare ai giovani un mestiere come accadeva in passato.








Normal.dotm
0
0
1
30
176
Keya srl
1
1
216
12.0






0
false

14

18 pt
18 pt
0
0

false
false
false














/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:12.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ascii-font-family:Cambria;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Cambria;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:"Times New Roman";
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}




















Normal.dotm
0
0
1
113
648
Keya srl
5
1
795
12.0






0
false

14

18 pt
18 pt
0
0

false
false
false














/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:"Tabella normale";
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:"";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:12.0pt;
font-family:"Times New Roman";
mso-ascii-font-family:Cambria;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:"Times New Roman";
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Cambria;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;
mso-bidi-font-family:"Times New Roman";
mso-bidi-theme-font:minor-bidi;}