REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
DGR N.182/2015. PROGRAMMA DI EFFICIENTAMENTO E RIFUNZIONALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI DI DEPURAZIONE E DELLE STAZIONI DI SOLLEVAMENTO DEI REFLUI URBANI RICADENTI NEL COMUNE DI BOVALINO

Inviato il 15/03/2018 | di TEAM H2O

Descrizione

Il compito del Team H2O è quello di monitorare i fondi stanziati dall'Unione europea destinati al programma di efficientamento e rifunzionalizzazione degli impianti di depurazione e delle stazioni di sollevamento dei reflui urbani ricadenti nel comune di Bovalino (RC). Questo progetto è stato selezionato per la sua attualità e la vicinanza territoriale ed emotiva relativa ai membri del gruppo. Il Team ha ricavato alcune informazione al fine di comprendere al meglio l’effettivo uso dei finanziamenti necessari alla manutenzione delle pompe di sollevamento utili al trasporto del liquame.

Avanzamento

Il monitoraggio sta continuando a produrre risultati. Dopo aver ricavato le informazioni base durante le prime lezioni attraverso un attento studio degli open data, il team si è concentrato sulla ricerca di informazioni aggiuntive come ad esempio il livello batterico del nostro mare relativo alle stagioni estive degli anni successivi al 2015. I dati trovati hanno confermato quanto appreso durante le interviste all'amministrazione comunale: i lavori tampone non sono stati sufficienti per la risoluzione del problema che continua a persistere poiché l'impianto depurativo ha una struttura che non favorisce il corretto funzionamento del medesimo.

Risultati

L'attività di sensibilizzazione della comunità bovalinese portata avanti dal Team H2O in collaborazione con l'amministrazione comunale sta avendo i suoi frutti. L'obiettivo, i cui risultati potranno essere visibili maggiormente nella stagione estiva 2018, sarà quello di scuotere le coscienze affinché venga preservato il mare che è la nostra più grande fonte di turismo. Di fatti dalle discussioni con gli assessori comunali è emerso che una delle cause maggiori del malfunzionamento delle pompe di sollevamento è proprio il comportamento scorretto dei cittadini che gettano in mare e negli scarichi oggetti che provocano danni al sistema.

Punti di debolezza

Le difficoltà riscontrate sono state poche, quali:il fatto che nel 2015 (anno dello svolgimento dei lavori) il comune di Bovalino fosse commissariato;la ricerca di open data sui siti delle amministrazioni che spesso venivano pubblicati in formati non accessibili.

Punti di forza

I punti di forza del nostro progetto sono:la sinergia che si è creata tra i componenti del Team H2O, l'amministrazione comunale e la cittadinanza;la vicinanza emotiva dei membri del team al tema trattato;l'attualità dell'argomento preso in esame;la compresenza di interessi economici, ambientali, turistici, politici ed emotivi.

Rischi

Le condizioni che mettono a rischio il futuro raggiungimento degli obiettivi potrebbero essere:una scarsa collaborazione da parte dei cittadini;un ulteriore aumento della popolazione e, di conseguenza, del liquame da trasportare.

Soluzioni e Idee

Un consistente finanziamento al nostro comune per gli impianti di depurazione potrebbe essere una soluzione per evitare l'inquinamento delle acque di Bovalino.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Il Team ha intervistato il Sindaco di Bovalino avv. Vincenzo Maesano , il Vicesindaco avv. Cinzia Cataldo, l'assessore al bilancio avv. Maddalena Dattilo, l'assessore Filippo Musitano e il geometra Antonio Naso.

Domande principali

1) I lavori effettuati grazie al finanziamento europeo del 2015 risultano utili ancora oggi? (Avv. Maddalena Dattilo - assessore al bilancio del comune di Bovalino)2) A livello tecnico cosa è cambiato dopo i "lavori tampone"? (Geometra Antonio Naso)3) I problemi delle pompe di sollevamento potrebbero risolversi con una corretta manutenzione e una collaborazione da parte dei cittadini? (Geometra Antonio Naso)

Risposte principali

1) Quelli effettuati nel 2015 erano dei "lavori tampone"per una situazione di emergenza che, almeno per un breve periodo, sembravano aver risolto la situazione ma dal momento che il comune di Bovalino fa parte di un consorzio insieme ad altri comuni, i lavori effettuati sulle nostre pompe di sollevamento non potevano bastare per risollevare la situazione generale. (Avv. Maddalena Dattilo - assessore al bilancio del comune di Bovalino)2) Gli impianti sono sempre stati di ottima qualità, il problema sorge nel momento in cui manca la manutenzione e, a causa degli agenti ossidanti, i meccanismi smettono di funzionare correttamente richiedendo, con una certa immediatezza, l'intervento tampone. Alcune sezioni delle pompe di sollevamento sono stati sostituiti sostanzialmente con altre più moderne ma con le stesse caratteristiche delle precedenti. L'intento principale era garantire il corretto scorrimento del liquame verso il depuratore - per non intralciare l'intero sistema comprendente anche gli altri comuni - in qualsiasi condizione climatica poichè spesso, a causa di temporali o mareggiate, le pompe avevano difficoltà nel funzionare. Pertanto non sono stati apportati totali cambiamenti ma soltanto alcuni miglioramenti come la sostituzione dei quadri con alcuni più moderni con la possibilità anche di regolare la velocità dello scorrimento. (Geometra Antonio Naso)3) Si poichè senza manutenzione tutto torna come prima, è solo questione di tempo, potrebbe essere un anno o addirittura sei mesi. La cosa più importante sarebbe una manutenzione periodica - grazie alla quale sarebbe possibile evitare questi lavori di emergenza - dal momento che nelle pompe arriva di tutto, dalle bottiglie alle scarpe, e quando ce ne accorgiamo è troppo tardi poichè il passaggio è già stato ostruito. Un tempo si diceva che la civiltà di un popolo si vede da quello che c'è nelle fogne, se all'interno di queste si trova di tutto vuol dire che c'è qualcosa da cambiare.(Geometra Antonio Naso)