REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Riqualificazione area urbana del parcheggio antistante la stazione ferroviaria di Pescara

Inviato il 4/06/2020 | di Sparking Acerbo | @Istituto Tecnico Statale TITO ACERBO

Descrizione

L'attuale area sarà totalmente riprogettata seguendo le indicazioni del masterplan che prevede la realizzazione di:
- un grande parco attrezzato (Parco Centrale), nuovo polo di naturalità della zona centrale della città;
- la sua integrazione funzionale con la Stazione FS e le aree retrostanti;
- un parcheggio pubblico;
- la riorganizzazione del terminal degli autobus
- un edificio polifunzionale a vocazione culturale da realizzarsi in una seconda fase, una volta reperite le risorse necessarie.

Il progetto risulta essere inserito all'interno del più ampio PATTO PER LO SVILUPPO DELLA REGIONE ABRUZZO che prevede l'attuazione degli interventi prioritari e l'individuazione delle aree di intervento strategiche per il territorio di tutta la Regione.

Avanzamento

Mai iniziato, è stato erogato il 10% (pari a 1,2 milioni di euro) del finanziamento dovuto alla regione Abruzzo pari a totali 12 milioni di euro. Il resto dei fondi saranno stanziati secondo lo stato di avanzamento lavori (SAL).

Risultati

Non è stato possibile valutare l’efficacia dell’intervento - Es. il progetto non ha ancora prodotto risultati valutabili

Non è possibile poter analizzare i risultati in quanto allo stato attuale il progetto è in una fase di rivalutazione da parte dei soggetti competenti.

Punti di debolezza

Il progetto presenta le seguenti criticità:
- i tempi ristretti per la realizzazione dei bandi di progettazione;
- la lunghezza dell'iter burocratico che posticiperebbe la data di inizio lavori;
- il rischio di iniziare i lavori oltre la data di scadenza utile per l'erogazione dei fondi europei già stanziati.

Punti di forza

Il masterplan dell'area e i progetti ad esso connessi sono molto validi da diversi punti di vista:
- dal punto di vista urbanistico e della mobilità esso permetterebbe di ricostruire la cesura tra le zone urbane collinari e il “centro città”, riqualificando il “retro” della stazione eliminando le sue attuali caratteristiche di marginalità.
- dal punto di vista del verde e dell'ambiente, la realizzazione di una nuova area verde, permetterebbe di migliorare il confort termo-igrometrico del centro città attraverso la riduzione delle temperature, del livello di umidità dell’aria e l’abbattimento dei rumori prodotti dai mezzi carrabili.
- dal punto di vista culturale e sociale la realizzazione dell'edificio polifunzionale permetterebbe di costituire un centro di vitale di aggregazione e iniziative culturali e turistiche.

Rischi

I principali rischi che minano la realizzazione del progetto sono:
- la perdita dei 12 milioni di euro stanziati come fondi pubblici per lo sviluppo e la coesione a causa dal mancato avvio dei lavori entro i termini previsti dal patto;
- la difficoltà di reperimento della somma di 147 milioni di euro proveniente da soggetti privati, prevista dal Comune per la realizzazione dell'intero progetto oltre ai 12 milioni già stanziati.

Soluzioni e Idee

Tra le soluzioni proposte emergono come le più significative le seguenti:
- immediato avvio del bando di progettazione per la realizzazione di interventi entro il limite dei fondi regionali pari a 12 milioni di euro;
- ulteriore sviluppo del progetto in una seconda fase totalmente basato sui fondi privati auspicati dall'amministrazione comunale che allo stato attuale costituiscono solo un'ipotesi.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con l'Autorità di Gestione del Programma
  • Intervista con i soggetti che hanno programmato l'intervento (soggetto programmatore)
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i referenti politici

Carlo Masci, sindaco della città di Pescara. Il comune di Pescara è l'ente appaltatore e il gestore del territorio per quanto riguarda l'area oggetto del nostro progetto di monitoraggio.

Ingegnere Emidio Primavera, direttore del Dipartimento Infrastrutture, Trasporti, Mobilità, Reti e Logistica della regione Abruzzo. Il dipartimento ha il ruolo di gestire i fondi europei nell'intera regione Abruzzo decidendo le percentuali di erogazione dei fondi per ogni Comune.

Domande principali

1- Il fatto che non si ha ancora un progetto definitivo, ma solo un masterplan, non rischia di prolungare i tempi oltre i termini utili per l'ottenimento dei fondi pubblici?

2- Perchè non sono stati erogati i 12 milioni previsti dalla regione Abruzzo?

Risposte principali

1- Carlo Masci: "Il progetto attuale del parco, ancora in fase preliminare non sarà stravolto proprio per permettere una veloce definizione del progetto e l'inizio dei relativi lavori".

2- Emidio Primavera: "Il codice degli appalti pubblici prevede l'erogazione del 10% prima dell'inizio dei lavori e i successivi fondi stanziati in relazione allo stato di avanzamento lavori".