REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
Monitoraggio del progetto di riqualificazione e ripristino dell'antica pavimentazione del centro storico di Castellammare del Golfo

Inviato il 12/03/2018 | di Active Team

Descrizione

Il progetto, i cui lavori effettivi sono durati dal 27 gennaio 2014 al 12 agosto 2015, consiste nella ristrutturazione dell'antica pavimentazione del centro storico, al fine di creare una piazza per la cittadinanza e favorire il turismo nella zona. Il progetto ha avuto un costo totale di 1.298.600 euro, il 75% del quale finanziato dall'Unione Europea e il 25% dallo Stato e dalla Regione Siciliana.

Avanzamento

I lavori sono stati ultimati e il progetto è concluso. Dal portale OpenCoesione il progetto risulta essere stato finanziato al 96%, ma in realtà è stato pagato in toto. La discrepanza nasce da un mero errore materiale burocratico-amministrativo.

Risultati

Prima della realizzazione del progetto, la città mancava di una vera e propria piazza che rappresentasse un luogo d'incontro per la cittadinanza. Alla conclusione del progetto, l'area interessata è stata ripavimentata e chiusa al traffico.La zona ha subito un miglioramento dal punto di vista estetico grazie anche all'installazione di vasi contenenti piante e alberelli, attorno ai quali sono sorti nuovi locali e riaperti quelli preesistenti. Ciò ha determinato la possibilità di creare aree fruibili ai turisti e alla cittadinanza all'aria aperta. Il contesto che si è creato viene oggi sfruttato per trascorrere momenti di relax consumando specialità enogastronomiche tipiche del luogo. Inoltre, il centro storico viene utilizzato per la realizzazione di eventi culturali legati alle principali festività, allo scopo di destagionalizzare il flusso turistico.

Punti di debolezza

Successivamente alla chiusura del centro storico, una parte della zona, destinata precedentemente al passaggio pedonale, è stata riaperta con lo scopo iniziale di permettere ai residenti della zona di poter raggiungere le loro abitazioni. In seguito l'amministrazione ha consentito, in fasce orarie ben definite (06:00-20:00), l'accesso anche ai non residenti.

Punti di forza

Il rinnovamento dell'area ha causato un notevole aumento dei turisti, sia domestici che provenienti da altre città, favorendo l'economia locale. La chiusura dell'area al traffico ha determinato una riduzione dell'inquinamento atmosferico e acustico, migliorando la qualità della vita dei residenti. Infatti l'accesso all'area pedonale è consentito solo agli addetti al carico/scarico merci. Inoltre durante i lavori di costruzione sono stati ritrovati delle antiche fosse granarie utilizzate fino al 1800, diventate un'ulteriore attrazione turistica in quanto ne è stato reso possibile l'accesso.

Rischi

Dal momento che gli obiettivi del progetto sono stati raggiunti, riteniamo che non ci possa essere la possibilità di eventuali rischi futuri.

Soluzioni e Idee

Vista la riapertura di una parte del centro al traffico, proponiamo la creazione di un pass consegnato ai soli residenti per permettere loro di raggiungere le abitazioni e diminuire lo smog creatosi dal traffico stradale. Per quanto riguarda l'aspetto estetico, riteniamo che sia meglio per i passanti incontrare nel percorso delle aiuole piuttosto che delle piante o alberelli inseriti in vasi di plastica.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)
  • Intervista con i referenti politici

Abbiamo intervistato il Responsabile Unico del Progetto (RUP), l'ingegnere Cusumano, il sindaco Nicolò Coppola e il vicesegretario comunale Magaddino, la presidentessa dell'associazione "Quattro Canti", l'architetto Marcello Monacò, direttore dei lavori, oltre ai commercianti della zona e i passanti.

Domande principali

1)Durante i lavori, ci sono stati degli imprevisti che hanno messo in luce aspetti storico-archeologici? (Nicolò Coppola, sindaco)2)Quanto ha influito la realizzazione del progetto di riqualificazione sulla nascita di associazioni promotrici di eventi del centro storico? (Mariella Caleca, presidente dell'associazione "Quattro Canti")3)La collaborazione tra enti privati ed ente pubblico (Comune) ha consentito la realizzazione del principio di sussidiarietà orizzontale? (Mariella Caleca, presidente dell'associazione "Quattro Canti")

Risposte principali

1)Sì, sono state scoperte delle fosse granarie che costituiscono esse stesse delle attrazioni turistiche. Ciò ha comportato un ritardo dei lavori ma non un aumento delle spese.2)Il progetto ha influito molto se non altro per il fatto che ha dato l'ispirazione alla nascita di associazioni come la nostra.3)Sì, perché il Comune, insieme all'associazione, ha raggiunto obiettivi nell'interesse della collettività , in quanto le associazioni hanno contribuito alla realizzazione di eventi sia culturali che commerciali per valorizzare sia i prodotti tipici che gli aspetti storico-artistici del territorio.