REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
AGRIVET-centro per l’innovazione dei sistemi di qualità, tracciabilità e certificazione dell’agroalimentare.

Inviato il 7/03/2018 | di Walking Together

Descrizione

Noi ragazzi del Team Walking Together, della classe 4 E Servizi per l’Enogastronomia dell’Istituto “Antonello” di Messina, abbiamo scelto di monitorare il progetto Agrivet, perché riguarda il trattamento e la certificazione della qualità dei cibi, tema vicino al nostro indirizzo di studi. Tale progetto ha permesso di realizzare, presso la Facoltà di Veterinaria dell’Università di Messina, il laboratorio ASLab Aroma and Sensory Laboratory, dove si svolgono analisi accurate sulla qualità sensoriale degli alimenti. Attraverso una ricerca iniziale fatta sul sito di Open Coesione, abbiamo appreso che AGRIVET “Centro per l’innovazione dei sistemi di Qualità, Tracciabilità e Certificazioni dell’Agroalimentare” è sorto grazie al Programma POR FESR Sicilia 2007- 2013, Asse IV, riguardante la diffusione della ricerca, dell’innovazione e della società dell’informazione, Obiettivo Operativo 4.1.2., Linee di Intervento 4.1.2., e che ha come Obiettivo Specifico quello di Promuovere e favorire la collaborazione tra sistema della ricerca e imprese. Il soggetto Programmatore è la Regione Siciliana, mentre quello Attuatore è l’Università degli Studi di Messina. Il progetto ha avuto inizio l’11 novembre 2015, si è concluso il 17 dicembre dello stesso anno ed ha ricevuto un contributo di euro 8.917.351,57, erogato per il 75% dall’Unione europea, il resto è stato coperto da sovvenzioni statali e regionali, ed è stato finanziato per il 100% della cifra.

Avanzamento

Il progetto si è concluso, è stato realizzato quanto previsto e tutto risulta perfettamente operativo.

Risultati

Il progetto Agrivet, ormai concluso, ha permesso, tra le altre cose, l’allestimento dell’ “ASLab Aroma and Sensory Laboratory”, che è stato inaugurato il 17 ottobre 2017 ed è diretto dalla prof.ssa Antonella Verzera.

Punti di debolezza

Nelle fasi di realizzazione del progetto non sono state registrate difficoltà di sorta, l’erogazione dei fondi è avvenuta in maniera regolare, anche se, per l’allestimento dell’ASLab è stato utilizzato solo il 10% della cifra che Agrivet ha destinato all’Università di Messina.

Punti di forza

...

Rischi

Il rischio maggiore è rappresentato dai costi di gestione del laboratorio, per questo occorre non dipendere solamente dall’amministrazione universitaria, ma sarebbe auspicabile rafforzare la collaborazione con i soggetti privati.

Soluzioni e Idee

Per rendere più indipendente dal punto di vista economico l’attività del laboratorio, si potrebbe pensare alla creazione di uno SPIN-OFF, cioè una società che, pur operando all’interno dell’università stessa, possa agire in maniera autonoma. Un’altra soluzione potrebbe essere rappresentata dalla collaborazione con le scuole d’istruzione secondaria di secondo grado finalizzata alla realizzazione di percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro, da svolgere all’interno del laboratorio stesso.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
  • Intervista con altre tipologie di persone

Abbiamo incontrato la Direttrice dell' ASLab, dottoressa Antonella Verzera, e abbiamo sentito anche il parere di due giovani ricercatori, che operano all'interno del laboratorio: il dott. Fabrizio Cincotta e la dott.ssa Maria Merlino.

Domande principali

1) (Domanda rivolta alla
Dott.ssa Antonella Verzera, direttrice di ASLab):''Attraverso la nostra ricerca
abbiamo appreso che Agrivet si pone l’obiettivo di favorire la collaborazione
tra il sistema di ricerca e le imprese. In che modo tale obiettivo viene
rispettato ed esiste una collaborazione tra la vostra struttura e i distretti
produttivi della zona''.

2) (Domanda rivolta alla
Dott.ssa Verzera, direttrice di ASLab):" Abbiamo visto che all’interno di ASLab opera uno staff di
giovani. Secondo Lei questa struttura può rappresentare un’opportunità di sviluppo
per il territorio e per l’occupazione?"



3) (Domanda rivolta alla
prof.ssa Verzera, direttrice di ASLab): "ASLab effettua diversi tipi di analisi sugli alimenti, sulle
acque sull’ambiente. Quali di queste fate più spesso?"





Normal
0


14


false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE


















































































































































































































































































































































































N

Risposte principali

1) (Risposta della dott.ssa
Verzera, direttrice di ASLab): ''Il nostro laboratorio si occupa principalmente di didattica, essendo
una struttura inserita all’interno dell’Università, tuttavia esiste anche
un’importante partecipazione con aziende del territorio, non solo messinese, ma
anche siciliano in genere. Ultimamente stiamo collaborando con le Latterie Sole
di Catania, che ci hanno chiesto un’analisi sulla qualità del latte; con aziende
di panificazione, come quella della Val Dittaino, che ci ha
chiesto di testare le caratteristiche delle farine impiegate per la produzione
di pane e focaccia. Inoltre abbiamo anche ricevuto la richiesta da parte del
Consorzio Aceto Tradizionale di Modena di verificare il grado di invecchiamento
del vino impiegato per la produzione di questo prodotto di eccellenza.''2) (Risposta della Dott.ssa
Verzera, direttrice di ASLab):" Il mio auspicio è quello di poter inserire nel mondo del lavoro tutti
i ragazzi che per il momento lavorano presso di noi, ma il mondo
dell’università è piuttosto chiuso e di difficile accesso. Intanto questa
esperienza nel laboratorio è molto importante ai fini del curriculum, inoltre
abbiamo stipulato accordi con alcune aziende siciliane, affinché alcuni di
questi giovani possano lavorare anche presso le loro sedi, mi riferisco in
particolare alle ditte Zappalà e Sole di Catania".3) (Risposta della Dott.ssa
Verzera, direttrice di ASLab):"Nel nostro laboratorio ci
occupiamo principalmente di alimenti e di sostanze volatili. Proprio in questo
periodo stiamo facendo degli studi su alcuni tipi di piante che emettono delle
sostanze in grado di attrarre o respingere gli insetti, tale ricerca è
finalizzata alla produzione di biopesticidi".





Normal
0


14


false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE