REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
RISANAMENTO CONSERVATIVO CHIESA SANTA MARIA ASSUNTA

Inviato il 1/06/2020 | di Istituto De Franchis | @Datiallamano1

Descrizione

Il team DatiAllaMano ha scelto di occuparsi del progetto di RISANAMENTO CONSERVATIVO DELLA CHIESA SANTA MARIA ASSUNATA, CUP: I19G14000470006, perché l’intervento, può risultare un volano per l’economia cittadina, vista l’importanza artistica e religiosa che la Cattedrale di Alife rappresenta per la comunità locale. Senza trascurare, poi, che porre tale sito al centro dell’attenzione potrebbe produrre un volano turistico con ripercussioni positive sull’economia locale. L’interesse verso questa sacro edificio, può stimolare nei giovani una coscienza diffusa e condivisa della storia e della cultura del territorio. L'obiettivo è fare in modo che le persone, in particolare quelle che si avvicinano per la prima volta all'ambito culturale, diventino attive e pro-attive.

Con il Protocollo di Intesa, di cui alla DGR n. 344/2014 la Regione Campania si è impegnata a finanziare interventi di Adeguamento statico e conservativo di Chiese e Beni Ecclesiastici a favore della Diocesi di Alife – Caiazzo per 3,6 Mln/ . Nell’elenco, allegato 2, alla DGR n. 344/2014 risulta inserito, tra gli altri, l’intervento denominato “Messa in sicurezza e risanamento conservativo della Chiesa di Santa Maria Assunta in Alife" dal
costo totale pari a  253.489,29.

Avanzamento

Il progetto di risanamento, da quanto emerge dal sito di Open Coesione, non risulta concluso. Dall'intervista effettuata, le informazioni sono le seguenti: I lavori di restauro hanno avuto inizio il 30/09/2015 e sono terminati il 18/08/2016. Il progetto, pertanto, risulta concluso.

Risultati

Intervento utile ma presenta problemi - Ha avuto alcuni risultati positivi ed è tutto sommato utile, anche se presenta anche aspetti negativi

La parte principale che è stata ristrutturata è il Campanile, dove sono stati svolti lavori di fasciatura della parte sommitale e poi è stata svolta una pulizia delle pareti a causa delle infiltrazioni di acqua. Altri lavori hanno previsto l'irrigidimento delle volte della zona del Presbiterio. Infine, nelle 3 volte della cappella dell'Immacolata sono stati svolti lavori di tinteggiatura e riporto alla luce degli affreschi dell'epoca medievale.

Punti di debolezza

Difficoltà di spesa. Sono stati restituiti alla Regione Campania 7.000,00€, pari a circa il 4% del totale ricevuto.

Punti di forza

La cosa più importante è quella di aver reso nuovamente agibile la Chiesa, luogo di culto e di aggregazione dell'intera comunità locale

Rischi

Nessun rischio

Soluzioni e Idee

L’interesse verso questa sacro edificio, può stimolare nei giovani una coscienza diffusa e condivisa della storia e della cultura del territorio. L'obiettivo è fare in modo che le persone, in particolare quelle che si avvicinano per la prima volta all'ambito culturale, diventino attive e pro-attive.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Visita diretta documentata da foto e video
  • Intervista con altre tipologie di persone
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

E' stato intervistato il parroco Don Pasqualino Rubino e il sig. Daniele Cirioli, che ha seguito i lavori di restauro. Abbiano, inoltre, parlato, via telefono, con il referente della ditta "Izzo Mario Costruzione" a cui è stato appaltato il lavoro di rifacimento della Cattedrale

Domande principali

Quali parti della Chiesa sono state restaurate?
Quanto tempo sono durati i lavori?
La ditta che ha svolto i lavori, ha concluso le attività nella scadenza stabilita?

Risposte principali

Campanile e la parte retrostante l'altare.
Sono iniziati a settembre 2015 e sono terminati ad agosto 2016
Si, la ditta ha concluso i lavori nei tempi prefissati