REPORT DI MONITORAGGIO CIVICO
I Viaggi dell'arca

Inviato il 29/04/2020 | di Ark Zone | @ark_zone_

Descrizione

I viaggi dell’Arca è un tour operator specializzato nella progettazione di proposte per il turismo,finanziate dai Fondi Europei. Il percorso coinvolge l’Arca, un’associazione di operatori turistici della Riviera dei Cedri, che dal 2005 si impegna a valorizzare il territorio. Le sue proposte sono focalizzate intorno ai temi del turismo scolastico, turismo verde e turismo accessibile.
La valorizzazione del territorio passa anche attraverso percorsi di scoperta delle aree interne, dei borghi suggestivi, che sono fuori dai circuiti di maggiore notorietà. La bellezza naturale del paesaggio viene a coniugarsi con la cultura, la storia, il patrimonio artistico, ma anche enogastronomico.
Per il turismo scolastico “I Viaggi dell’arca” si propone nel settore del turismo verde scolastico (campi scuola, viaggi, gite di istruzione e laboratori didattici …) e in quello dell’alternanza scuola lavoro (stage, tirocini, …).Tutte le proposte per il turismo verde scolastico sono pensate in modo da coinvolgere e far cooperare tra loro gli studenti. Alla base di queste, vi è la convinzione che il viaggiare sia un mezzo privilegiato di crescita civile e culturale, fondato sulla ricerca, la scoperta e l’esperienza diretta. In quest’ottica si collocano, ad esempio, le proposte di Campi Scuola nel Parco Nazionale del Pollino. Per l’alternanza scuola lavoro vengono proposti percorsi qualificati che adottano una metodologia didattica in linea col profilo educativo, culturale e professionale definito per ciascun percorso di studi del sistema scolastico italiano.Tutte le proposte per il turismo verde nascono dalla volontà di favorire un contatto diretto con l’ambiente naturale e intendono stimolare un maggiore interesse verso la tutela delle risorse naturali e verso la qualità dell’ambiente in cui viviamo.
Per il turismo accessibile il Consorzio è impegnato nel proporre esperienze improntate alla totale sostenibilità, fruibili da tutti e orientate alla piena responsabilità di tipo etico e ambientale. Nei territori del Parco marino “Riviera dei cedri” e del Parco Nazionale del Pollino(Calabria), in contesti naturali suggestivi ed in cui gli elementi acqua, bosco e fondali risultano dominanti in tutte le loro declinazioni, sono approntate le escursioni, le visite guidate e i laboratori tematici dove, attraverso l’osservazione diretta, il contatto e il gioco, tutti i partecipanti ne diventano i protagonisti.

La linea d’intervento è la 5.3.2.2. afferente l’area del turismo sostenibile il cui obiettivo specifico (5.3) mira a migliorare la competitività dell’offerta turistica regionale valorizzando il ricchissimo e diffuso patrimonio di risorse naturali, ambientali, paesaggistiche e culturali. Per attuare la strategia di costruzione delle Destinazioni e dei Prodotti Turistici Regionali attorno agli attrattori naturali e culturali regionali è necessario sostenere: la realizzazione di prodotti e servizi che possano integrare efficacemente le risorse marine con le aree interne e per sostenere l’integrazione delle attività turistiche con altri settori strategici dell’economia regionale come le produzioni agroalimentari di qualità, artigianato artistico e tradizionale; rafforzare l’accessibilità e la fruibilità delle aree delle destinazioni turistiche con il miglioramento dei trasporti; progettare e realizzare nuove iniziative a carattere sportivo a bassissimo impatto ambientale legate alle peculiarità della Calabria; l’innalzamento della qualità dei prodotti e dei servizi turistici da proporre sul mercato.

L’Obiettivo Operativo 5.3.2. mira alla realizzazione di sistemi di accesso sostenibili; il potenziamento, la riqualificazione e l’adeguamento degli esercizi ricettivi per rispondere ad una fruizione turistica alternativa di qualità, anche nei territori interni; la diffusione di forme innovative di ospitalità; l’adeguamento, il potenziamento e l’integrazione, in una logica di sistema, delle infrastrutture e dei servizi complementari agli esercizi recettivi (impianti sportivi, centri benessere, etc.) anche per sostenere l’allungamento della stagione turistica; la promozione e l’adozione di nuovi modelli imprenditoriali innovativi e di nuove tipologie di prodotto che abbiano nella valorizzazione delle risorse ambientali e culturali il principale fattore di competitività. (Cfr. Programma Operativo Regione Calabria FESR 2007/2013)

Avanzamento

Il progetto è concluso.

Risultati

Intervento molto utile ed efficace - Gli aspetti positivi prevalgono ed è giudicato complessivamente efficace dal punto di vista dell'utente finale

Il progetto è efficace e utile, perché riesce a proporre e promuovere sul territorio temi importanti come il turismo sostenibile e accessibile. Importante è anche il coinvolgimento delle aree interne, che pur offrendo un patrimonio ambientale, culturale significativo stentano a coinvolgere il mercato turistico.

Punti di debolezza

Alcuni rallentamenti nelle varie fasi della realizzazione del progetto (erogazione del finanziamento, rendicontazione, collaudo)

Punti di forza

La ricerca di nuove idee e strategie, la progettualità innovativa rispetto al territorio a cui è rivolto.

Rischi

L'attuale fase di emergenza sanitaria potrebbe far perdere ciò che si è realizzato fin qui in termini di conquista di nuove fette di mercato. Sicuramente ci vorrà molto impegno per ritornare ad essere competitivi e questo progetto potrebbe risultare utile anche in questa nuova fase.

Soluzioni e Idee

In un momento particolarmente delicato per il turismo le idee innovative, la ricerca di soluzioni originali potrebbero costituire la carta vincente per il futuro del nostro territorio.

L'INDAGINE

Come sono state raccolte le informazioni?

  • Raccolta di informazioni via web
  • Intervista con i soggetti che hanno o stanno attuando l'intervento (attuatore o realizzatore)

Angelo Napolitano responsabile della società ARCA

Domande principali

1. Quali erano le aspettative iniziali per la realizzazione del progetto?
2. Quali elementi di novità introduce sul territorio?

Risposte principali

1. Il progetto iniziale ha previsto una serie di investimenti che avevano come obiettivo fondamentalmente la progettazione di nuovi prodotti turistici con una particolare attenzione al turismo sostenibile e accessibile. Nel concreto l’intenzione è stata quella di costruire dei servizi che avevano come obiettivo la fruizione del patrimonio della nostra terra, delle risorse della destinazione della Riviera dei Cedri attraverso l’organizzazione di una serie di programmi che consentono alcune esperienze, attraverso escursioni, visite fatte anche in maniera più attuale, come per esempio, le escursioni in bike, che danno la possibilità di scoprire un territorio a più basso impatto ambientale con una maggiore attenzione da parte del viaggiatore e con tutte una serie di implicazioni che arrivano, per esempio, alla scoperta e alla rivalutazione dei piccoli borghi del nostro territorio, parlo di Orsomarso, parlo di Aieta, del patrimonio interno che è parte del Parco Nazionale del Pollino, ma che sicuramente è parte di un territorio, che ha tanto da raccontare.

2. Un elemento di novità è rappresentato dalla scoperta e dalla valorizzazione del patrimonio interno. Oramai è risaputo, che il nostro territorio lavora prevalentemente con il turismo balneare, che è diventato un prodotto oramai si dice maturo, che evidentemente per una serie di logiche, trascura tutta la parte interna. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di immaginare delle esperienze, che potendo contare su una buona qualità della ospitalità alberghiera della nostra costa potessero, poi, partendo da lì, come campo base, portare l’ospite, il viaggiatore a scoprire il resto del territorio, quindi a scoprire la gastronomia, quei pezzi di storia che siamo bravi a raccontare, tutto il patrimonio naturalistico che fa parte del Parco Nazionale del Pollino e della Riserva Marina della Riviera dei Cedri e tutto questo attraverso dei prodotti turistici ben riconoscibili come, per esempio, i campi scuola e i viaggi d’istruzione, che sono diventati il nostro prodotto più importante.